venerdì 27 giugno 2008

Wikiperle: ancora 11 settembre

Nelle ultime settimane abbiamo analizzato una serie di voci che Wikipedia ha dedicato ai fatti dell'11 settembre 2001.

Dopo una breve introduzione al tema, abbiamo analizzato la voce sugli Attentati, abbiamo risposto alle repentine levate di scudi provenienti da alcuni utenti e amministratori, abbiamo analizzato la voce sull'Attacco al Pentagono, quella sugli Antefatti e infine abbiamo tracciato un resoconto sui comportamenti evidenziati da un simpatico gruppetto di wikipediani.

Diamo adesso un'occhiata alle altre voci segnalate dai lettori.

Apriamo con la Cronologia degli attentati. La voce al momento in cui scriviamo è aggiornata al 22 giugno 2008.
Come abbiamo già visto, questa voce è stata curata dall'amministratore Sannita che ha attinto a piene mani dai testi e dalle fonti di Crono911.

Un rapido sguardo ci fa ritenere che i dati presenti siano corretti (capita, quando si consultano fonti affidabili) anche se il lavoro di taglia-copia-cuci-rappezza ha lasciato fuori riferimenti importanti.

La cosa sbalorditiva però è un'altra.
In cima alla voce campeggia l'avviso:


"Questa voce approfondisce alcuni aspetti del dibattito storiografico attualmente in corso riguardante gli attentati dell'11 settembre 2001.
Più in particolare, non intende presentare alcuna interpretazione univoca dell'intera vicenda o di singoli avvenimenti ad essa correlati, essendo alcuni aspetti di essi ancora oggetto di dibattito."

Lasciatevelo dire: questo avviso è più che ridicolo. Anzi, possiamo dire che è una buffonata.
Dovrebbe essere una voce cronologica o no? E' storia o no? Cosa significa che la voce "approfondisce alcuni aspetti del dibattito storiografico..."?
Di quale dibattito si va farneticando?
Siamo su Wikipedia o al fanclub "Cianciare è bello"?
Perché sarà un caso, ma non c'è nemmeno uno storico degno di questo nome che metta in dubbio quella sequenza cronologica. Complottisti a parte, ovviamente... che, sarà un altro caso, non hanno nulla che gli passa dall'anticamera del cervello che possa essere considerato ricerca storica. Sempre che nell'anticamera del cervello abbiano qualcosa, naturalmente...

E' stupefacente che per una volta che c'è una voce scritta più o meno decentemente e in maniera sufficientemente aderente al vero, qualcuno s'è sentito in obbligo di apporre quella boiata di avviso!

Nelle altre voci che abbiamo esaminato in precedenza, tutte faziose e smaccatamente complottiste, non c'era scritto niente del genere!
Quelle andavano bene!
In qualche caso mancava persino l'avviso che non c'erano fonti e che l'articolo era non-NPOV (ossia non neutrale).

Facendo un rapido salto alle cronologie dei quattro voli notiamo la stessa cosa!
Tutte con il medesimo avviso!
Controllare per credere (i link si riferiscono sempre alle versioni presenti al momento in cui scriviamo):

Volo AA11
Volo UA175
Volo AA77
Volo UA93

Quella giornata, quei quattro voli, quei morti, non sono "Storia".
No. Sono "dibattito", capite?

Non trovate una malsana assonanza con quello che qualcuno sostiene a proposito dell'Olocausto?

Dato che queste voci sono state tutte curate da Sannita per sua stessa ammissione, e dato che Sannita continua a curarle e a seguirle (vedi questa modifica del 22 giugno 2008), non c'è dubbio che la responsabilità di quell'avviso che troneggia in cima alla voce ancora oggi sia sua.

Davvero tutta sua? O anche in questo caso Sannita ha ritenuto di dover ossequiare qualcuno?
Abbiamo già detto, anzi dimostrato, che un certo gruppo di wikipediani agisce sotto il forte condizionamento di soggetti che pretendono di imporre il loro punto di vista filo-complottista.
Uno di questi soggetti è l'amministratore Piero Montesacro (vedi qui e qui).

Beh, leggete gli altri avvisi che campeggiano sulle voci relative al volo AA77 e al volo UA93, sotto quelli cari a Sannita:



"Questa pagina di storia è ritenuta da controllare: per contribuire, partecipa alla discussione e/o correggila.
Motivo: la voce usa termini affermativi e non condizionali, per lo più senza citare fonti, per una serie di informazioni, presentate come dati di fatto, che invece sono oggetto di ampie controversie - Segnalazione di --Piero Montesacro 11:50, 14 set 2006 (CEST)"

La segnalazione di Montesacro, come si vede, è stata poi integrata da altri utenti, ma il testo che citiamo è quello originale inserito nel settembre 2006, e non è mai stato rimosso (pare che ci sia un certo timore reverenziale a toccare i testi di questo soggetto).

Quindi, Montesacro vorrebbe che si usassero termini "condizionali".
Che il volo American 77 si sia schiantato contro il Pentagono, e il volo United 93 su un campo di Shanksville, con il loro tributo di vite umane, non è un "dato di fatto".

E' una controversia... è il "dibattito" di Sannita.

Lo stesso dicasi per i voli AA11 e UA175: Montesacro aveva messo lo stesso avviso anche lì!

Possiamo dire noi una cosa? Ma certo che possiamo, qui decidiamo noi fortunatamente...
E' UN VERO SCHIFO.

L'esame delle pagine di discussione non fa che confermare che anche queste voci sono state presidiate da Montesacro.

Vediamo alcune sue risposte a chi tentava di sistemare le voci:

"Mi sbaglio o sei esperto (o appassionato) di aeronautica?
A me, che credo di esserlo meno di te, risulta che le procedure di scramble siano state sviluppate ben prima del 9/11 e che anche prima del 9/11 fossero tutt'altro che "lasche". Spero di non dover postare qui nulla a sostegno e che ci si capisca senza problemi, ricordando le centinaia - se non migliaia - di allarmi che erano stati lanciati - e spesso gestiti con decollo di intercettori - prima del 9/11 negli USA e altrove. Sai - o dovresti sapere - che i caccia, negli USA (e non solo negli USA), prima del 9/11, andavano spesso a pizzicare anche i CESSNA fuori rotta, e non credo lo facessero per sfizio."

"A me risulta... spero che ci si capisca... dovresti sapere... non credo..."
Che è, la sagra delle opinioni?
Chi glielo dice a codesto individuo che la sua ignoranza è senza confini, e che un conto sono le intercettazioni di aerei provenienti dall'esterno dei confini americani, e altro quelle all'interno di essi (link)?

"Anche se nessun aereo era stato usato come missile prima del 9/11 è abbondantemente accertato che l'ipotesi era stata segnalata da un bel po' di tempo, considerata e discussa ai più elevati livelli, sia di intelligence, sia di governi. Quindi è del tutto improprio parlare di inimmaginabile. Al contrario, era stata immaginata, contemplata e quasi certamente prevista sin nei dettagli (sì, anche l'ipotesi di attacchi multipli era nota e contemplata), anche se formalmente l'esercitazione del Pentagono in materia prevedeva "solo" un incidente (agli effetti pratici, non c'è granché differenza).I controllori di volo USA erano "impreparati"? Mi pare ingeneroso. E difficilmente credibile. Come sostenevano il traffico aereo USA, il più intenso del mondo senza far precipitare una decina di aerei al giorno? Il punto poi non è, in questo caso, di dare o no informazioni "di parte". E' proprio di non dare informazioni fasulle. --Piero Montesacro 13:39, 14 ott 2006 (CEST)"

"Abbondantemente accertato... del tutto improprio... mi pare ingeneroso...
Anche qui l'ignoranza abbonda. Abbiamo già visto nella Wikiperla sull'attacco al Pentagono che le esercitazioni di incidenti aerei in quella struttura nulla hanno a che vedere con possibili dirottamenti suicidi: il Pentagono si trova a soli 1000 metri dall'aeroporto internazionale Reagan, una delle cui piste principali punta proprio sulla struttura.

E che c'entra poi la capacità dei controllori di volo di gestire condizioni di traffico intenso con la ben diversa situazione che si è verificata l'11 settembre?
E' come dire che siccome un vigile urbano di Milano sa gestire il traffico intenso, dovrebbe essere preparato a gestire una sparatoria di rapinatori che si spostano in auto...

Informarsi un po', prima di sparare sentenze, no eh? Se poi decidesse di mettere in atto il suo "non dare informazioni fasulle" sarebbe anche meglio! E coerente.

Qualcuno ha insinuato che noi ce l'abbiamo con Montesacro e con i suoi discepoli "per partito preso". Sia chiaro che non è così.

Non è questione di antipatie: è invece un fatto accertato ormai che tutte le volte che troviamo fango nelle voci sull'11 settembre spunta fuori il suo nome!

Per curiosità, visto che il gruppo di "stimatissimi amici" ci tiene tanto a parlare di "dibattito" e "controversia", siamo andati a dare un'occhiata ad altre voci, notoriamente oggetto di "dibattiti e controversie" complottiste.

Programma Apollo, Missione Apollo 11 (i complottisti sostengono che sono fasulle);

Omicidio di J.F. Kennedy (i complottisti sostengono che sia stato ucciso dalla CIA);

Strage di Ustica (i complottisti sostengono che ci sia stata una battaglia aerea).

Avete notato? Sono pulitissime!!!
Nessun avviso. Né di mancanza di fonti, né di mancanza di neutralità e neppure un benché minimo accenno di quel "dibattito storiografico" del piffero!

E questo è davvero singolare.
Non c'è dubbio che le ipotesi e i libri, i film, le "inchieste" di stampo complottista su questi argomenti siano non meno diffusi e radicati di quelli sull'11 settembre.
Addirittura una gran parte degli americani, e non, crede (a torto) che ci sia un mistero dietro l'assassinio di John F. Kennedy e la stragrande maggioranza degli italiani è ancora convinta che il DC9 di Ustica sia stato tirato giù da un missile. Eppure queste voci sono limpide, senza avvisi di sorta.

Come mai?
Eppure la Wikipedia è la stessa e anche le regole dovrebbero essere le stesse.

Sapete che cambia invece?
Cambiano gli utenti che hanno curato le voci, come potrete verificare nelle cronologie.

Non era all'opera il "dream team" capitanato da Montesacro!

A voler essere pignoli, uno zampino, anzi una zampata, ci è stata segnalata anche da quelle parti... e ci torneremo in una delle prossime Wikiperle.

Passiamo ora a dare un'occhiata alla pagina sui dirottatori dell'11 settembre.
Anche qui, l'avviso del "dibattito storiografico" campeggia.

Chi cura la pagina?
Ce lo dice la cronologia:


Si tratta di Sannita e Cloj, di cui abbiamo già ampiamente parlato nelle precedenti Wikiperle.

La voce, però, non presenta alcuna piega complottista e si basa correttamente sulle indagini dell'FBI e sul Rapporto della Commissione Indipendente.
Non è completa, ci sono alcune imprecisioni dovute al fatto che la documentazione consultata è solo una parte di quella disponibile, ma la voce è "sana" e storicamente accettabile.

Perché mettere l'avviso allora?

La spiegazione non può essere che una sola, ed è quella che abbiamo evidenziato nella nostra Wikiperla del 19 giugno 2008: esiste un gruppetto di amministratori e utenti, che qualcuno chiama "cricca", che ruota attorno alla figura di Montesacro.
Questi wikipediani, pur non essendo complottisti, sono condizionati ad accettare le posizioni filo-complottiste di Montesacro.

Un gruppetto affiatato di amministratori e utenti, in una realtà come quella di Wikipedia Italia, dove elezioni e decisioni sono rimesse a una platea di poche decine di persone, ha un peso significativo ed è in grado di imporre le proprie opinioni dove serve.

Lo scotto da pagare è quello che abbiamo visto: voci decenti con avvisi indecenti che però servono a tener buono il complottista del gruppo...

E' dunque questo il tributo da pagare sull'altare dell'"amicizia" a Montesacro?


Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.

lunedì 23 giugno 2008

Satanismo, nazismo, complottismo...

Attenzione: articolo aggiornato dopo la pubblicazione. Vedi nota in fondo e commento.

Quando si comincia a mettere il complottismo sotto la lente di ingrandimento si fanno un sacco di interessanti scoperte.

Noi per esempio, a furia di cercare le Perle dei complottisti, abbiamo constatato che quasi sempre il complottismo è intimamente connesso ad altri inquietanti fenomeni sociali, ideologici, politici.

Ne abbiamo già parlato in altre occasioni, come nella nostra Perla su Erwin Thule.

Andando a scavare nelle biografie dei complottisti, immancabilmente si scopre che non sono persone "normali".

Estremisti anarchici, rettiliani, UFO-credenti, neo-nazisti, negazionisti, razzisti, sostenitori di strane credenze religiose, adoratori di esoteriche divinità, ecc...

C'è un po' di tutto, insomma. Non manca poi chi fa del complottismo uno strumento politico, naturalmente, e chi cerca di sfruttarlo per raccattare qualche soldo dai gonzi.

Ebbene, subito dopo la pubblicazione di una nostra Wikiperla dedicata ad alcuni utenti e amministratori di Wikipedia Italia, abbiamo ricevuto tra le varie mail di apprezzamento anche una di insulti. La connessione con la Wikiperla non è una coincidenza, ma su questo punto torneremo a tempo debito.

La missiva in questione proviene dall'indirizzo rev.stone@libero.it.
Di solito non diamo peso alle patetiche mail di puri insulti, ma questa ci ha incuriosito perché l'utente, che sul Web utilizza il nick Reverend Stone, ci era già stato segnalato in passato da alcuni lettori.

Vediamo allora di saperne di più su questo soggetto così sensibile alle nostre critiche a Wikipedia.

Innanzitutto Reverend Stone gestiva un sito satanista.

Questo (NOTA: la pagina è stata cambiata dopo la pubblicazione di questa Perla):


Come si può vedere e leggere, al momento della nostra visita il sito presentava il laconico avviso:

"Dopo anni di presenza nella rete questo sito chiude i battenti.
Troppi i motivi per elencarli tutti."

A dire il vero, a giudicare dal contatore delle visite (1846), il motivo sembra uno solo: non se lo filava nessuno.

Ma fate caso alla frase in fondo:

"Sieg Heil Satan!"

Ossia: "Salute alla vittoria, Satana!"

"Sieg Heil" è il celebre saluto-motto nazista. In Germania l'uso di questo saluto costituisce reato, punito con tre anni di carcere. Gli italiani, che hanno subito le tante stragi naziste durante la II Guerra Mondiale, lo tollerano... Ma si sa... "italiani brava gente". Per questo ci amano tutti.

Troviamo poi il sito di RevStone menzionato in questo elenco di siti satanisti, assieme a robaccia come "Bambini di Satana", "Il Pentacolo" eccetera...

Nessun dubbio, quindi, che abbiamo a che fare con un satanista.
Vediamo se è anche filo-nazista, come lascia intendere la formula adoperata nel suo saluto.

Ci viene in aiuto questa pagina personale su Ebay:


Che chincaglieria, vero? Tutti cimeli del "Terzo Reich".
Leggiamo cosa scrive:

"Il collezionismo inerente la Germania Nazionalsocialista è spesso male interpretato..."

Ma guarda un po'! Come si permettono di interpretare male? Sono proprio mascalzoni, eh? Magari bisognerebbe chiuderli in un lager e gasarli tutti, quelli che interpretano male certe cose, vero RevStone?

"[...] e, a torto, associato a pendenze ideologiche."

Decisamente... Cosa dicevi prima? Ah sì, inneggiavi con "Sieg Heil..."

"Questo è il frutto di un fraintendimento culturale nato dalle tremende ferite non ancora guarite della Seconda Guerra Mondiale."

Come no. E' tutto un fraintendimento culturale. Auschwitz per esempio era solo una colonia estiva per studenti, fornita addirittura di piscina, giusto RevStone?

"Io preferisco darne un'interpretazione più intima."

Sì, sì, immaginiamo:


"Ritengo che, nel bene e nel male, il Terzo Reich sia stato un evento unico nella storia dell'Umanità e come tale risulti comunque affascinante."

Uh... è così affascinante, guarda, che solo a pensarci vien da vomitare...

"Tralasciando le comuni e legittime implicazioni Etiche e Morali, fu comunque un'epoca segnata anche e soprattutto da un'altissima accelerazione culturale."

Ohi! Sapessi quale accelerazione culturale ebbero omosessuali, malati, rom ed ebrei...

Questa Primavera Tedesca si manifestò in modo evidente nella produzione di oggetti qualitativamente straordinari.

E sì, fu proprio una bella primavera per i tedeschi.
Questa immagine mostra le rondini in arrivo:


Bene, adesso che conosciamo un po' meglio i gusti di RevStone, vediamo cosa ci racconta di lui il profilo che ha lasciato sul forum di Blitzkriegmilitaria:


Guardate che "bella" foto si è scelto come avatar! Un giovane soldato nazionalsocialista.
Dai dati anagrafici apprendiamo che RevStone ha 33 anni ed è programmatore.

Chissà come programma un nazi-satanista. Se il PC si blocca gli spara con la Mauser.

I suoi interessi sono elencati con precisione:

"Nazionalsocialismo, Esoterismo, Cospirazionismo, Storia Segreta"

Ce ne fosse uno normale...
Ma che vediamo alla voce "Pagina Web Preferita?"

Il sito Effedieffe di Blondet, uno dei concorrenti al nostro Premio Perlone!!!
E' proprio il nostro Blondet, il complottista degli israeliani danzanti, l'uomo che ha scritto un intero articolo sulla terribile Ira Silverman senza accorgersi che è un maschio, il nobile giornalista che definisce "pidocchi umani" gli zingari...

Un complottista DOC, insomma, come abbiamo spiegato all'inizio di questa Perla.

E che specie di complottista è invece il nostro piccolo soldatino filo-hitleriano RevStone?

Ci aiutano a capirlo i suoi acquisti su Ebay:

Le magliette di David Icke!!!

Si tratta proprio di quel David Icke, il complottista che sostiene che il mondo sia controllato dai rettiliani, sorta di lucertoloni che assumono le sembianze umane e vivono in mezzo a noi occupando i vertici del potere politico!

Siamo quindi giunti quasi alla fine di questa Perla.

Sappiamo che il nostro insultatore è un filo-nazista, satanista, complottista rettiliano.

Non avete idea di quanto siamo felici di ricevere insulti da gente di questo tipo!!!

Ci confermano che noi stiamo dall'altra parte. Quella fatta di gente per bene, di gente che combatte il razzismo, la violenza, l'odio, la menzogna.

La gente che ci legge e ci dice di continuare così.

================================================================

Nota aggiunta dopo la pubblicazione


Grazie ai nostri lettori, ed in particolare a Diego C., siamo in grado di mostrare gli shot delle pagine del sito di "Reverend Stone" prima che le cancellasse, come risultano memorizzate nel Web Archive:












Altre pagine possono essere visionate partendo dal link che abbiamo indicato.

Citiamo qualcuno dei testi scritti da questo miserrimo personaggio:

"Questo sito contiene materiale di stampo Satanista
Se pensi che ciò possa offenderti o se sei Cristiano
ti invito a non entrare..."

Tranquillo. Siamo già entrati e abbiamo visto abbastanza. Abbastanza per capire che sei messo ancora peggio di quello che sospettavamo.

"IO CREDO NELLA SUPREMAZIA ARIO/IPERBOREA E NELLA SUA DIGNITA'
IO CREDO NELLA GUERRA E NELLA SUA SELEZIONE
IO CREDO NELL'ELETTIVITA' DELLA MIA RAZZA
IO CREDO NELLA FORZA INDOMITA DELLA MIA VOLONTA'
IO CREDO ALL'ETERNO LAMENTO DEL DEMONE CHE PORTO DENTRO
LODE A SATANA E AL SUO POPOLO!
NOI SIAMO L'ELITE!"

Ma quale Elite.
Siete un branco di deficienti.

"IN LAUDEM TENEBRARUM :
[... sarebbero lodi e ringraziamenti...]

ADOLF HITLER per avermi fatto capire che una Grande Idea non ha ne prezzo ne ostacoli."

Uh! Si vede che fine ha fatto il tuo Adolf. Costretto a nascondersi e a togliersi la vita, lasciando il suo popolo nelle mani dei nemici, come il peggiore dei codardi.
La tua Grande Idea ha un nome: vigliaccheria.

"Eleggo me stesso ad eleggere Dio."

E' già assai se riesci a mettere una X sulla scheda delle elezioni alla circoscrizione...

"Un Dio Ariano, Cattivo, Apocalittico e Perverso...
a mia immagine e somiglianza."

Ecco bravo. Hai dimenticato però un aggettivo: nauseabondo.

"Perso nel mio tempo, nella mia carne il mio unico torto.
In essa mi rigenero e mi ritrovo."

Tu sei perso in tutti i sensi, non solo in quello temporale...

"Mater Tenebrarum, di questo parlo col Shaitan."

E se continui a parlare così, col piffero che ti capisce Shaitan...

"Non piangano i Sefirotti e i Cherubini,
non singhiozzino le Schiere Celesti..."

Ma quale "piangono"? Quelli non ti si filano proprio.

"La Battaglia ora si vince ora si perde."

Come no. Peccato che voi la perdete sempre.

"REGNI SOVRANO IL PIU' FORTE!
BRUCI NEL NULLA IL DEBOLE E PERDENTE!!!
NOI SIAMO L'ELITE!"

Mister Elite... ti dobbiamo dare una notizia.
Vedi che la vostra squadra ha perso di brutto, azzerata a suon di bombardamenti.
Buona parte dell'Elite si è suicidata come i topi che affogano lasciando la nave che affonda e quelli che non si sono suicidati sono finiti impiccati o fucilati.

Fattene una ragione, smetti di fumare la roba che fumi, e cercati un lavoro per campare, altro che Elite.

giovedì 19 giugno 2008

Wikiperle: domani è un altro giorno!

Continuiamo la nostra serie di Wikiperle, e ringraziamo i lettori per le numerose segnalazioni che ci stanno permettendo di svelare Perle e misfatti che si annidano in Wikipedia Italia.

Per la cronaca, notiamo che a ogni pubblicazione di Wikiperla, gruppi di volenterosi Wikipediani si danno da fare per sistemare, almeno in parte, le voci che finiscono sotto la nostra lente di ingrandimento.

Ci pare quindi giusto e doveroso sottolineare il nostro apprezzamento per questi utenti che dimostrano di avere a cuore il progetto Wikipedia: essi sono la prova tangibile che laggiù c'è anche tanta gente che si adopera senza secondi fini.

Fa niente se poi tutti loro ci odiano per i toni che usiamo... ma noi qui non abbiamo il NPOV (Punto di Vista Neutrale).
Eh... che ci volete fare... ci siamo scordati di caricarlo quando abbiamo costruito il sito!

Ad ogni modo, consigliamo ai lettori che vogliano verificare quanto scriviamo, di seguire sempre il link alla pagina Wiki della data in cui pubblichiamo la Wikiperla, perché - come abbiamo appena detto - subito dopo i contenuti cambiano.

Adesso vorremmo farvi notare questo scambio di battute, tra il signor A e il signor B.

Signor A (a proposito di Al-Qaeda e delle leggende secondo cui sarebbe una creazione della CIA):

"Ovviamente questo non vuol negare che ci sia stata una banca-dati utilizzata a fini anti-sovietici. Ma il collegare un data-base (che, in effetti, si dice in arabo al-qāʿida (ma poi, perché usare un termine arabo in ambiente afghano dove predomina il pashto, l'uzbeco o il dari? Boh! Misteri della jungla nera) alla nascita di un'organizzazione politica con lo stesso nome vuol dire, surrettiziamente, suggerire che l'organizzazione terroristica è stata creata indirettamente dagli USA. Che una parte dei resistenti fosse stata legata agli USA in qualche modo è pacifico. Pensare che al-Qāʿida è stata creata dagli americani è tutto un altro paio di maniche."

Signor B:

"[Metti in dubbio che] al-Qa'ida sarebbe «nata come gruppo "finanziato e armato" da USA, Arabia Saudita e Pakistan»... Davvero non credo ci sia chi dubiti, persino tra gli storici più paludati, che l'organizzazione sia nata con questo nome e con quegli sponsor all'epoca dell'invasione sovietica dell'Afghanistan, come utile "data base" per sostenere la Resistenza. Che poi si sia trasformata in tutt'altra cosa è discorso diverso."

Chi avrà ragione fra i due secondo voi?

Non azzuffatevi... qualunque cosa stabiliate, ad aver ragione è il signor AB: Cloj.

Quelle due frasi, infatti, sono state scritte dalla stessa persona, l'utente di Wikipedia Cloj.
La prima, il 25 aprile del 2007.
La seconda, il 29 maggio del 2008.

Incredibile?
Nooo... dev'essere un'altra applicazione della regola del NPOV Wikipediana: per essere neutrali, oggi dico una cosa, e domani, visto che è un altro giorno, dico il suo contrario!

Per la precisione, le frasi esatte sono queste (i grassetti sono nostri):


"Ciò non toglie che il senso che vuole mantenere l'organizzazione è quello politico. Il termine vuol dire solo "la base". Con tutto il rispetto per Burke (che non mi sembra dire cosa diversa dalla mia) le "prove" sul fantomatico elenco impegnano solo l'ottimismo della volontà. Fino a prova (vera) contraria, naturalmente. Il resto è pura dietrologia. --Cloj 20:00, 19 apr 2007 (CEST)"

"Ovviamente questo non vuol negare che ci sia stata una banca-dati utilizzata a fini anti-sovietici. Ma il collegare un data-base (che, in effetti, si dice in arabo al-qāʿida (ma poi, perché usare un termine arabo in ambiente afghano dove predomina il pashto, l'uzbeco o il dari? Boh! Misteri della jungla nera) alla nascita di un'organizzazione politica con lo stesso nome vuol dire, surrettiziamente, suggerire che l'organizzazione terroristica è stata creata indirettamente dagli USA. Che una parte dei resistenti fosse stata legata agli USA in qualche modo è pacifico. Pensare che al-Qāʿida è stata creata dagli americani è tutto un altro paio di maniche. --Cloj 16:02, 25 apr 2007 (CEST)"



"Non mi sono convinto affatto che Piero abbia commesso errori sostanziali. Tra l'altro i redattori del pamphlet dileggiano curiosamente la frase che al-Qa'ida sarebbe «nata come gruppo "finanziato e armato" da USA, Arabia Saudita e Pakistan». Embeh? Davvero non credo ci sia chi dubiti, persino tra gli storici più paludati, che l'organizzazione sia nata con questo nome e con quegli sponsor all'epoca dell'invasione sovietica dell'Afghanistan, come utile "data base" per sostenere la Resistenza. Che poi si sia trasformata in tutt'altra cosa è discorso diverso. Che potrà forse valer la pena condurre altrove. Ma non darei davvero troppa attenzione all'anzidetto blog. --Cloj 23:16, 29 mag 2008 (CEST)"

Cerchiamo di capire cosa è accaduto. Nella prima discussione, che risale all'anno scorso, il buon Cloj stava rispondendo a un utente che sosteneva la leggenda che Al-Qaeda è stata creata dalla CIA, adducendo come prova le affermazioni di un giornalista inglese, Burke.

Cloj lo ha smentito senza mezze misure.

E ha fatto bene.

Infatti le affermazioni di Burke in realtà si riferiscono a una teoria complottista inventata di sana pianta dal noto super-complottista Meyssan e ripresa da un ex-ministro inglese, Cook
. Se ne parla qui.

E a questo proposito, nella stessa discussione, Cloj scriveva senza incertezza (grassetto nostro) anche questo:

"Mi spiace contraddire questa traduzione. Il significato "La base" è squisitamente politico. Niente a che vedere con evoluzioni/involuzioni informatiche o simili. Tra qualche giorno, in mancanza di un contraddittorio (con qualcuno registrato è meglio) eliminerò questa modifica abbastanza fantasiosa offerta da un ministro di Sua Maestà che, peraltro, non ha mai reso noto questo preteso elenco. Una delle tante dichiarazioni puramente verbali di "efficienza" statunitense, smentite dai fatti della storia recente e meno recente --Cloj 17:40, 29 lug 2006 (CEST)"

Invece, nella seconda discussione di appena pochi giorni orsono, diretta conseguenza di una nostra Wikiperla, Cloj sta difendendo Piero Montesacro, un amministratore da noi chiamato in causa per la sua condotta palesemente filo-complottista.

Di colpo, pur di accorrere in aiuto di Montesacro, Cloj si rimangia tutto quello che ha scritto in precedenza. Aveva detto che Al-Qaeda non è un'organizzazione creata dagli Stati Uniti, aveva detto che non era nemmeno un data-base creato dagli Stati Uniti (dichiarazioni puramente verbali "smentite dai fatti", scriveva) e adesso, invece... è improvvisamente tutto vero!

Non abbiamo dubbi sul fatto che Cloj saprà rimediare qualche scusa per giustificare il repentino cambio d'opinione, la dialettica sicuramente non gli manca, ma siamo sicuri che i nostri lettori sapranno fare le loro valutazioni sui dati di fatto che abbiamo appena mostrato.

La cosa sconcertante è che questo comportamento ricalca alla perfezione quello tenuto dall'amministratore Sannita, e che abbiamo evidenziato in quest'altra Wikiperla.

Anche Sannita ha avuto un totale cambio di rotta, guarda caso proprio in coincidenza del suo intervento in difesa di Piero Montesacro.

Certo che dev'essere una specie di divinità, questo Montesacro, se tanta gente è così solerte a rimangiarsi le proprie convinzioni pur di difenderlo.

Ma naturalmente sarà una coincidenza.

Così come è una coincidenza che Sannita abbia messo nel freezer per due anni l'annunciata intenzione di controllare una voce che era appannaggio di Montesacro (vedi Wikiperla).

Tutte fortuite casualità, ovviamente.

Sarà quindi un'altra semplice coincidenza che al momento delle rielezioni di Piero Montesacro su Wikipedia, troviamo i voti a favore di Sannita e di Cloj, rispettivamente ai posti n. 3 e 79 dell'elenco:

"Continuo ad avere fiducia in lui. -- Sannita - L'admin (a piede) libero 16:12, 4 nov 2007 (CET)"

"Ma porc! Mi distraggo e quasi quasi non rinnovo la mia totale stima per l'ottimo Piero. -- Cloj 10:22, 12 nov 2007 (CET)

E naturalmente sarà una fatalità anche il fatto che Sannita faccia da spalla a Montesacro, come fa notare, proprio nei commenti alle votazioni, l'utente Gatto Nero:

"[...] Il giorno successivo Montesacro rollbacka le modifiche effettuate dall'ip (tramite "tastino", non con i pop-up, se a qualcuno interessa): su che basi, per quali ragioni? Non è dato saperlo, Piero non ne dà notizia né nella talk di Formichino né nella talk della pagina. Mezz'ora dopo, però, compare la richiesta di CU su Formichino non da parte di Piero, stavolta, ma di Sannita. Potrei ipotizzare che ci sia stato un confronto al riguardo in chat, magari, e non ci sarebbe nulla di male: è pura cronaca. Sta di fatto che Montesacro ha usato le sue funzioni di rollback per revertare una modifica corretta di un utente senza che al momento ce ne fosse alcuna ragione, e senza neanche ritenere di dover spiegare il perché di un'azione non evidentemente comprensibile.
Non solo, dopo la richiesta di CU Piero torna a editare la voce di De Gasperi..."

Ora, poco interessa sapere di che accidenti parla Gatto Nero e se le sue lamentele sono giustificate. La cosa interessante è che Sannita è intervenuto a dare spalla a Montesacro sulla stessa voce, nel giro di mezz'ora.
E con centinaia di migliaia di voci che stanno su Wikipedia, questa è davvero un'altra coincidenza singolare.

L'ennesima.

Ma le sorprese non finiscono qui.
Quei ficcanaso dei nostri lettori ci hanno detto di andare a sbirciare tra i primi contributi di Montesacro che risalgono all'ormai lontano 6 gennaio 2006.

Scopriamo così che i primi contatti di Montesacro sono con l'utente (casualmente anche amministratore) Valepert.
E da quel momento proseguono nelle discussioni su alcune voci.
Potete consultare da voi questi contatti seguendo questo link.

Ebbene, Valepert è lo stesso che oggi, a oltre due anni di distanza, quando abbiamo iniziato a pubblicare le Wikiperle in cui abbiamo evidenziato i comportamenti anomali (è un eufemismo...) di Montesacro, è intervenuto al "Bar" di Wikipedia scrivendo (grassetto nostro):


"letto l'articolo" [sarebbe la nostra Wikiperla sulla voce "Attacco al Pentagono"] "devo dire che solamente due critiche sono state direttamente mosse alla voce (incipit ed orario, entrambi corretti) e generici accenni ad "un fiume di vera e propria propaganda complottista e un mare di errori e inesattezze" per poi passare alla critica del WIP e di alcuni interventi di stimatissimi utenti che hanno spesso offerto il loro preziosissimo tempo libero per migliorare l'enciclopedia attaccandoli per non aver avuto nel giro di due anni il tempo di andarsi a leggere (gratuitamente) tutta la documentazione (e le diverse campane) per redarre una pagina così complessa e delicata. alla fine il post è tutto fumo e niente arrosto... -- valepert 17:34, 5 giu 2008 (CEST)"

Solamente due critiche? Ma davvero? Andatevi a rileggere la nostra Wikiperla e verificate.
Che si aspettava Valepert, che facessimo la revisione della voce parola per parola?
Una volta dimostrato che la pagina è da cestinare, a noi basta e avanza.

E sapete quante modifiche hanno fatto i Wikipediani per rimediare agli orrori della pagina DOPO aver letto la nostra Wikiperla? 34 (TRENTAQUATTRO) fino a questo momento (e la pagina fa ancora pena). Altro che "due critiche"...

Notate però come Valepert definisce i responsabili di quelle oscenità: "stimatissimi utenti" che hanno offerto il loro "preziosissimo tempo libero"...
Come no. Anche Hitler era molto stimato in patria e ha offerto un sacco del suo tempo libero per migliorarla a modo suo...

E Valepert è lo stesso che poco più sotto nella stessa discussione al bar scrive:

"[...]per altri errori consiglio agli autori del blog [ovvero noi di Perle Complottiste] e ai loro segnalatori di usare le pagine di discussione (se non se la sentono di premere [modifica]). agli utenti di pedia sconsiglio di aumentare la popolarità del sito anche se dovesse continuare a parlare di argomenti wikipediani. -- valepert 18:05, 5 giu 2008 (CEST)"

Poveraccio... questo è un altro che non ha capito niente della vita.
Non che ci sia da meravigliarsi, visto come ragionano laggiù.
Pensate che proprio alla pagina sugli "Attentati al Pentagono" c'è stato un utente che passando di lì, dopo due anni in cui quella pagina versava in condizioni pietose, ha deciso di dare il suo fondamentale contributo all'umanità: ha aggiunto un punto. Un punto, proprio un punto: "." (link).

E' come se al Pronto Soccorso arriva un tizio maciullato da un treno, e i chirurghi si preoccupano perché ha un brufolo.

Valepert con uno così ci va d'amore e d'accordo di sicuro.

E secondo Valepert noi e i nostri "lettori segnalatori" dovremmo metterci a modificare le pagine di Wikipedia?
Ma che film ha visto Valepert? La nuova edizione di Heidi?
I nostri lettori, a quanto pare, preferiscono invece segnalare a noi un sacco di cosucce interessanti, guarda un po'.

Stia poi tranquillo, Valepert: a noi di ricevere pubblicità da Wikipedia non ci importa un fico secco (anzi, vista la qualità della sorgente, è pure un danno di immagine).

Forse non se n'è accorto, ma siamo noi che stiamo facendo pubblicità a Wikipedia Italia e a certi Wikipediani. E ne faremo ancora tanta...

Il che, capiamo bene, deve infastidirlo non poco.

E intanto, grazie ai nostri infaticabili "lettori segnalatori", abbiamo messo a nudo questa ulteriore coincidenza di un Valepert che incontra Montesacro agli albori della sua avventura Wikipediana, come San Paolo sulla Via di Damasco, e due anni dopo eccolo qui a spendersi per difendere l'indifendibile "stimatissimo utente".

Ed è senz'altro una coincidenza che anche Valepert abbia votato a favore di Montesacro, nelle elezioni di riconferma alla carica di amministratore (lo trovate al numero 23 dei votanti a favore, con il commento "piena fiducia").

Tirando le somme parziali, abbiamo un Montesacro che ha imposto i suoi punti di vista complottisti su una serie di importanti pagine di Wikipedia, e un bel numero di amministratori e utenti (noi abbiamo citato sinora Sannita, Cloj e Valepert, ma la lista non finisce certo qui) legati a doppio filo con esso al punto da mentire, rinnegare le proprie convinzioni pur di difenderlo e invitare a "oscurare" chi rischia di scoperchiare il pentolone per vedere che razza di intruglio c'è dentro.

Una vera cricca, dove si dà fiducia all'"amico", anche se questo comporta una Wikipedia claudicante, piena di errori e faziosa.

Cricca per modo di dire, si intende. Non c'è nessuna cricca: sono tutte coincidenze.

Difatti è ancora una pura coincidenza che in occasione delle votazioni per la riconferma di Valepert al ruolo di amministratore tra i voti "contro" (in sesta posizione) troviamo l'utente Outer Root che scrive:

"Troppo appiattito sulle posizioni della cricca"

Ma che è 'sta cricca? Ce lo spiega sempre Outer Root (il grassetto non è nostro):

"@ Vermondo: "cricca" è un termine utilizzato per designare un gruppo di utenti/amministratori che si muovono, perlopiù, in maniera molto compatta nelle votazioni per la messa al bando e, più in generale, nei momenti di consultazione su Wikipedia. Spesso sono i componenti stessi della cricca ad etichettarsi come "criccaroli"

Pensate che combinazione.

E' proprio piena di coincidenze questa Wikipedia Italia...

C'è anche chi critica Valepert per altre faccenduole, a dire il vero (grassetti nostri):

"Per quanto non abbia niente contro la sua persona mi è sembrato eccessivvamente [dov'è finito il tizio del punto? Ehi! qui c'è una v di troppo!] difensivo in ogni discussione sui pokemon (scordandosi di presumere la buona fede). La prossima volta spero di poter cambiare opinione. --Andreabrugiony (scrivimi) 01:32, 1 apr 2007 (CEST)"

I pokemon? Sarebbero questi?


Cioè, noi qui stiamo parlando di pagine che forniscono informazioni faziose su un evento come l'11 settembre del 2001 che ha causato 3000 morti istantanei e decine di migliaia di morti nei conflitti che ne sono conseguiti, e veniamo contestati da un amministratore che dedica il suo tempo a difendere Pikachu?
E pensare che la storiella del film di Heidi l'avevamo detta come battuta!

Ma che importa...

Questa è la Wikipedia Italia e domani è un altro giorno!

Si ringraziano per le segnalazioni Annalisa N., Domenico M., Speedy.


Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.

lunedì 16 giugno 2008

Sigmatau: come prima, peggio di prima...

Qualcuno talvolta ci contesta che trattiamo i complottisti come gente senza cervello.

Non è così. Alcune fonti ritengono che il cervello ce l'abbiano anche loro.
E' piuttosto un problema di comunicazione tra i neuroni.

L'immagine qui accanto mostra il percorso più breve che un impulso neuronico compie per raggiungere il neurone adiacente, nel sistema nervoso di un complottista, e spiega la ragione per cui queste persone riescono a proporre le teorie più bislacche e contorte e a riscuotere concreto interesse da parte di altre persone con lo stesso problema.

Un esempio pratico e attuale del funzionamento di questo meccanismo neuronale ci è fornito dal recente articolo "Voli della Morte Parte Seconda", scritto dal noto Sigmatau e pubblicato con onore da Massimo Mazzucco nella "home page" di Luogocomune.

Della Parte Prima avevamo già parlato qui. Dopo alcuni mesi di elaborazione neuronale è giunto il secondo capitolo della saga.
Ci auguriamo che ce ne sia anche un terzo, per non deludere la comunità psichiatrica che sta seguendo questo fenomeno.

Giusto per inquadrare il soggetto, Sigmatau (nick di Carlo Sabatini) ha sostenuto nel tempo che gli aerei di linea non possono cambiare destinazione se il computer di bordo non viene tele-programmato da terra (prima parte dei "voli della morte"), che il World Trade Center è stato distrutto da ordigni nucleari (link), che le migliaia di foto e video che documentano gli attacchi sono fasulli (link) e altre simili amenità, argomentate con lunghi e macchinosi ragionamenti intrisi di formule matematiche (spesso di sua invenzione).

Ovviamente nel sito-manicomio di Mazzucco tutte queste buffonate valgono credito, così che il regista ha deciso di premiarlo con la "prima pagina".

In questa "seconda parte" dei suoi "voli della morte" (lo shot è in fondo a questa Perla), Sigmatau sostiene che le rotte scelte dai dirottatori dei voli AA11 e UA175 - che si sono schiantati, rispettivamente, contro la Torre Nord e la Torre Sud - sono illogiche, a meno che i velivoli non fossero guidati da un sistema strumentale situato nell'Edificio 7, che sarebbe poi stato demolito per nascondere le prove del misfatto.

Aspettate a ridere... il bello deve ancora venire.

Allora, Sigmatau scrive:

"E’ evidente anche a chi di ‘strategia’ non capisce un fico secco che per massimizzare la probabilità di riuscita dell’impresa [vale a dire colpire con due aerei di linea entrambe le Towers…] è necessario ridurre al minimo i tempi a disposizione della difesa per neutralizzare l’attacco o quanto meno limitarne i danni. Nel caso specifico una scelta ‘ovvia’ volta a questo fine sembrerebbe quella di fare in modo che gli aerei arrivino sui rispettivi bersagli in tempi il più possibile ravvicinati tra loro. Alla luce di ciò pertanto all’aereo che partiva per primo [cioè il Flight 11…] avrebbe dovuto essere assegnato il bersaglio che comportava la rotta più lunga [cioè la ‘Torre sud’…] e viceversa. Di fatto è stata fatta però la scelta opposta e questa non è che la prima di tante ‘anomalie’ che in qualche modo devono essere spiegate."

Un ragionamento sopraffino.
Quindi, dice Sigmatau, per abbreviare i tempi, AA11 doveva colpire la Torre Sud e non la Torre Nord. E UA175 doveva colpire la Torre Nord, e non la Torre Sud.

Ora... come possiamo apprezzare in questa mappa


la distanza tra la Torre Nord (WTC 1) e la Torre Sud (WTC 2) è di ben 100 metri... che alla media di 800 km/h a cui volavano i due aerei fa la bellezza di mezzo secondo di differenza!

Eh sì... ha ragione Sigmatau, quel mezzo secondo poteva cambiare tutto: era giusto il tempo che serviva a Superman per intercettare gli aerei...

Ma che sta dicendo? Gli aerei dovevano invertirsi i bersagli? E che sarebbe cambiato? Semplicemente, oggi avremmo che UA175 ha impattato per primo e AA11 per secondo.
Ma quello era un attentato terroristico, non "Giochi senza frontiere"!

Non contento, continua:

"Altra evidente ‘stranezza’ è data dal fatto che, a partire dagli istanti dei rispettivi dirottamenti, nessuno dei due aerei, né il Flight 11 né il Flight 175, ha seguito il percorso più breve e diretto per raggiungere il proprio obiettivo, concedendo così [in teoria…] tempo prezioso all’organizzazione di difesa di intervenire."

Oh bella... ma se la teoria di Sigmatau è quella che gli aerei sarebbero stati teleguidati da terra, proprio il fatto che il percorso non è stato una linea retta dimostra quanto sia sballata la sua teoria!

Dimostra invece che i dirottatori hanno preso il comando degli aerei, hanno virato in direzione di New York e hanno corretto con maggior precisione la rotta man mano che si avvicinavano all'obiettivo e prendevano confidenza con i comandi e i sistemi di bordo.

Esattamente quello che ci si aspetta da un dirottatore che ha appena preso i comandi e vuole puntare contro un obiettivo che non fa certo parte della rotta originariamente programmata dal pilota.

Pensate se invece la rotta fosse stata una linea retta: di certo Sigmatau avrebbe detto che quella era la prova che l'aereo era telecomandato!

E' davvero patetico come Sigmatau riesca a piegare alle proprie tesi qualsiasi cosa, anche ciò che le smentisce clamorosamente!

(Per approfondire: Rotta del Volo AA11; Rotta del Volo UA175.)

Ma l'argomentazione più buffa di Sigmatau è un'altra. Sigmatau, infatti, sostiene che i dirottatori del volo AA11 scelsero di avvicinarsi al WTC da una direzione che impediva loro di distinguere bene le Twin Towers, e a riprova mostra questa foto


commentando:

"[...] mostra Manhattan vista approssimativamente da nord-est, ossia la direzione dalla quale è arrivato il Flight 11. Questa deve essere stata uno delle ultime cose viste dal 'terrorista islamico' alla guida dell'aereo ... la mattina dell'11 settembre. Supponete di essere voi alla guida, di volare a circa 700 km l'ora e di dover puntare alla 'Torre Nord' del World Trade Center dove tra pochi secondi vi schianterete. Siete certi di essere in grado di identificare con sicurezza il vostro bersaglio?..."

E poi spiega:

" [...] se avesse seguito la rotta più breve e fosse arrivato su Manhattan provenendo da nord-ovest il ‘pilota terrorista’ avrebbe potuto identificare in modo agevole ‘a vista’ il suo obiettivo, come si può desumere dalla bella foto che qui vedete…"



Scusate, questo Sigmatau, da quale cappello di prestigiatore è uscito?
Ma veramente crede di avere a che fare con una massa di idioti?
Evidentemente sì... visto che scrive su Luogocomune...

Ma che accidenti di foto è la prima? Sembra che sia stata immersa nella candeggina per un mese e poi schiacciata da un treno espresso prima di essere postata!!!
Grazie al piffero che in quella foto non si vede un accidenti di nulla!!!
Persino le macchine fotografiche che si trovano nelle buste di patatine fanno fotografie migliori!!!

Sigmatau... questo è ciò che hanno visto i dirottatori dell' AA11 dalla direzione da cui provenivano:


Che dici, le riconoscevano le Twin Towers?

Ovviamente, Mazzucco non si è mica accorto del patetico raggiro fotografico dell'ancor più patetico Sigmatau.
Figuriamoci se lui, che non riesce a distinguere la scritta Shon dalla scritta NASA, può mai rendersi conto che la foto di Sigmatau è una pessima e ridicola pagliacciata!

Stendiamo un velo pietoso, anzi perloso, su quest'ultima impresa di Sigmatau che dimostra la pochezza del personaggio e del sito Luogocomune che gli concede "l'onore" della prima pagina.

Gli shot tratti dall'articolo:



Si ringrazia Niccolò C. per la segnalazione.


Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.

giovedì 12 giugno 2008

Wikiperla: gli antefatti all'11 settembre


Passiamo a esaminare un'altra Wikiperla, quella della pagina Antefatti agli attentati dell'11 settembre 2001 (pagina come si presenta al momento della stesura della Wikiperla; pagina corrente).

L'apertura è già tutta un programma:

"A margine degli eventi dell'11 settembre 2001 e delle problematiche relative all'informazione ad essi relativa, non bisogna dimenticare che quegli attacchi terroristici non furono i primi sul territorio americano, e che un forte apparato investigativo è sempre in opera in ogni paese per prevenire possibili aggressioni di ogni natura. Questo, naturalmente, in misura ancor maggiore in un paese avanzato come gli USA.

Si cerca qui di analizzare il contesto investigativo antiterroristico statunitense e altre problematiche di carattere politico più generale utili alla comprensione dei fatti."

Queste frasi sarebbero un dato enciclopedico? A noi pare piuttosto una considerazione personale, a prescindere da quanto possa essere ritenuta ragionevole.

Singolare poi quel "non bisogna dimenticare". Wikipedia adesso dà consigli ai wikilettori? Ci dice quello che bisogna o non bisogna fare?

Tra l'altro, cosa significa che la prevenzione è "in misura ancor maggiore in un paese avanzato come gli USA" ? Chi ha scritto una simile corbelleria ha considerato che l'ampiezza del terrirorio e il numero di abitanti da tenere sotto controllo non giocano certo a favore del "forte apparato investigativo"?

"Si cerca qui di analizzare..." Uhm, che roba è? E' una pagina enciclopedica o un blog? Una ricerca a casa? O un convegno?

"Utili alla comprensione dei fatti..." Come no... dipende da come si vogliono far comprendere i fatti...

Procediamo nella lettura della prima sezione dove spicca il titolo: Rapporti tra Bush e la famiglia Bin Laden.

Eccolo qua. Chissà perché non ci meraviglia.

L'articolo riguarda - dice - gli antefatti all'11 settembre.

Qualcuno si aspetta di trovare qualcosa sulla nascita della questione palestinese?
No, no... che c'entra...

Magari la storia di Al-Qaeda e dei suoi proclami contro gli USA? Ma no, cosa dite mai...

L'attacco al WTC del 1993? Nemmeno per sogno!

Si parla invece dei rapporti tra la famiglia Bin Laden e Bush!

Perché, dovete sapere, i Bin Laden sono qualcosa come 500 parenti (solo i fratelli di Osama sono oltre 50), ma soffrono di una qualche turba psichica.

Questi signori non parlano con nessuno, non hanno rapporti con nessuno, non fanno affari con nessuno, tranne che con Bush naturalmente.

Vivono in camera da letto di Bush, fanno colazione, pranzo e cena con Bush, vanno al cinema con Bush e in vacanza con Bush.

Infatti se prendete una qualsiasi fotografia di Bush, li vedete tutti e 500 dietro di lui, sempre, tutti con la tunica bianca, gli occhiali neri... chi ha in mano la lattina di petrolio, chi le mazzette di banconote, chi i candelotti di dinamite, chi la cassa di birre...

Come dite? Non li vedete?
Eppure da qualche parte devono esserci, magari nel cofano della macchina presidenziale... perché ci hanno tagliuzzato l'anima con questa storia dei rapporti tra Bush e i Bin Laden, i Bin Laden e Bush...

Difatti c'è scritto pure su Wikipedia, che diamine.
Leggiamo...

"Il padre di Osama, lo sceicco Muhammad bin Laden, fu il fondatore di una potentissima dinastia di costruttori, operante con enorme successo nel regno saudita, nell'emirato del Golfo di Ras al Khaimah e in Giordania, per grandi progetti di strade, aeroporti e varie infrastrutture. Il figlio Osama acquisì, negli anni Settanta, l'eredità paterna, potenziando con grande abilità le fortune imprenditoriali dell'azienda."

Accidenti. Come avrà fatto Osama a prendersi l'eredità del padre? E gli altri 50 fratelli? Li avrà eliminati tutti? Peccato che non ci sia una fonte per questa affermazione, sarebbe il primo caso di frati-stragicidio della storia!
Ah già... si dimenticava... su Wikipedia non servono le fonti!

"Negli anni Ottanta Osama abbandonò l'attività manageriale per immergersi nella lotta politica anti-comunista in Afghanistan "con la piena approvazione della famiglia, del regime saudita e della CIA"[1].

Doppio e triplo accidenti. Quindi Osama lottava contro i comunisti? E noi che eravamo convinti che lottasse contro i sovietici. Quindi se l'Afghanistan fosse stato occupato dai fascisti, Osama sarebbe stato contento. Interessante.

Meno male che qui c'è la fonte: è la pubblicità di un libro. Che volete di più da un'Enciclopedia?

Noi, per esempio, possiamo dire che la Luna è fatta di cartone. Se ci chiedete la fonte, esibiamo la copertina di un libro di astronomia e siamo a posto.

"Fu proprio grazie ad un contratto con la CIA che Osama e la sua famiglia costruirono le celebri “caverne” rifugio dell'Afghanistan in cui sembra che poi egli si sia nascosto durante la guerra del 2001."

Straordinaria affermazione.
Questa sì che è un'enciclopedia da cui si imparano un sacco di cose inimmaginabili.
Un vero scoop. C'è scritto solo qui, infatti.

Quindi Osama e tutti i suoi 500 familiari* si nascondevano nelle caverne afghane che gli aveva appaltato la CIA!

Ehi... ma si sono scordati Bush! Lo hanno lasciato da solo, poverino...

Che razza di furbacchioni: pensate, i Bin Laden sono costruttori, si costruiscono il rifugio in Afghanistan per sé stessi, ma il contratto lo fanno fare alla CIA così vengono pure pagati.
Chi l'avrebbe mai detto?

La logica non fa una grinza, vediamo: Bush e i Bin Laden erano grandi amici, stavano sempre insieme. Poi a un certo punto, non si capisce perché, i Bin Laden vanno a nascondersi nelle grotte, che costruiscono facendosele pagare dalla CIA. Bush si sente offeso, giustamente: "Ma come, fino a ieri eravamo qui a giocare tutti insieme a briscola, e adesso vi nascondete nelle grotte che io vi ho pagato? E allora vi invado, tiè...".

Meno male che c'è Wikipedia ad illuminarci con questi retroscena.


Come dite? La fonte? Non vi basta la copertina del libro di prima? Insomma, non siete mai soddisfatti...

Un attimo. La fonte c'è subito dopo:

"L'ex capo dell'ufficio visti americano di Jedda, Michael Springmann, ha poi spiegato fino a che punto gli Stati Uniti appoggiavano questa linea di condotta [2]:
"In Arabia Saudita mi venne ripetutamente ordinato da funzionari di alto livello del Dipartimento di Stato di rilasciare visti a richiedenti non idonei (…)"

Chiaro no? Siccome il tale Springmann dice di aver rilasciato visti a "non idonei", ecco documentato che la CIA pagò le caverne di Bin Laden e famiglia in Afghanistan.

Come dite? Che c'entrano i visti con le caverne appaltate dalla CIA e con i rapporti tra Bush e Bin Laden? Oh, ma quante storie! Questa è Wikipedia Italia, perbacco! Già è tanto che perda tempo a indicarvi delle fonti, e le volete pure attinenti?

Che vi frega, poi? Se è per questo, Springmann lavorò ai visti tra il 1987 e il 1989, ossia oltre 10 anni prima che Al-Qaeda mandasse i dirottatori in USA, ma non vorrete mica fare questioni di lana caprina?

Se Wikipedia dice che questa è la fonte e la prova, è così. Zitti.

Non è nemmeno il caso di continuare nell'analisi di questa pagina di Wikipedia, zeppa di informazioni del tutto decontestualizzate, menzognere, smaccatamente complottiste.

Basti pensare alle immancabili citazioni del complottista Ray Griffin che - in quanto professore di teologia - è certamente un esperto di spionaggio:

"In particolare, David Ray Griffin cita i seguenti casi di interferenza politica nelle attività dell'intelligence federale americana:
[segue l'elenco di casi che con la famiglia BIn Laden non c'entrano nulla]

E che dire di quest'altra Perla:

"Nel 1994, inoltre vi sono stati tre diversi tentati attacchi terroristici contro edifici, attraverso l'uso di aerei dirottati: un DC-10 su Memphis, Tennessee; un jet contro la Casa Bianca, successivamente schiantatosi contro gli alberi del parco; un volo della Air France dirottato ad Algeri."

L'episodio del DC-10 non fu un attacco terroristico, ma il gesto folle di un impiegato della Fedex che voleva vendicarsi per il suo licenziamento.

Invece, il "Jet" contro la Casa Bianca a cui alludono gli autori della Perla è questo:

Si trattava di un piccolo monomotore a elica, un banale Cessna 150, pilotato da uno squilibrato.

Non fu né un dirottamento né un atto di terrorismo... e non si trattava neppure di un Jet!

Ma sì, che differenza farà mai? Se l'utente medio ne capisce meno di nulla della differenza che passa fra un Jet e un Cessna 150, non si può certo pretendere che lo sappiano quelli che scrivono le voci (alcune in particolare, soprattutto), eh!
Che razza di pretese sono mai queste!

Anche se questa voce di Wikipedia è completamente infarcita di idiozie di ogni genere, in ogni sua parte - compresi i richiami all'Operazione Bojinka (i cui contenuti sono riportati in modo del tutto errato e fazioso), all'Insider Trading (che è stato dimostrato del tutto inesistente), al presunto blocco di indagini su familiari dei Bin Laden (che risale al 1996 e nulla c'entra con l'11 settembre), ai fiabeschi riferimenti a Echelon - al punto che dovremmo scrivere ancora fiumi di parole per analizzarle tutte, bisogna apprezzare la buona volontà: quella del complottista di turno.

Da parte nostra, non avendo il buon tempo che dimostrano avere i complottisti, riteniamo di aver mostrato, anzi dimostrato ai nostri lettori più che abbastanza, e il verdetto è uno solo: la pagina è da buttare nell'immondizia, visto che così com'è soddisfa l'unico scopo di fare disinformazione, in maniera piuttosto goffa e maldestra.

E hanno poco da gongolarsi certi utenti di Wikipedia a dire che la presenza di avvisi ("la pagina non è neutrale"... "la pagina non cita fonti...") sia una garanzia sufficiente, come abbiamo letto nelle recenti discussioni dopo le nostre prime Wikiperle: qua non c'è nemmeno un avviso e non osiamo immaginare quanti lettori di questa pagina hanno maturato idee del tutto errate a causa dei suoi travisanti contenuti.

Per non parlare del fatto che pagine come questa finiscono diritte persino nei DVD con cui Wikipedia viene diffusa al pubblico.

Questo tipo di danno non ha prezzo né scusanti, ed è esattamente quello che vuole chi usa Wikipedia per i propri fini (nascondendosi dietro alla favola dell'impegno neutrale e libero).

La pagina in oggetto fu creata nel 2006 dall'utente RiccardoV e l'utente Sannita, oggi amministratore di Wikipedia, inserì un avviso che il testo era "in fase di controllo" (pagina del maggio 2006).
Esattamente come aveva fatto nella pagina sull'attacco al Pentagono.

Dato che non c'è più alcun avviso, dobbiamo arguirne che la pagina oggi è ritenuta soddisfacente...

Controllo di qualità superato, dunque: la pagina rispetta gli standard di Wikipedia Italia!



Si ringraziano per le segnalazioni Luca74, Agostino, Francesca L., Francesca S..

*NB: Il numero di 500 parenti di Osama è puramente indicativo.



Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.

domenica 8 giugno 2008

Il complottismo uccide

Abbiamo scelto un titolo forte ma tutt'altro che provocatorio, per parlare di una delle ragioni per cui Perle Complottiste si dedica a mostrare le paranoiche corbellerie dei complottisti.

I complottisti ci fanno ridere, lo abbiamo detto tante volte. Ma tra una risata e l'altra, è bene ricordarsi che il complottismo non è solo comico, ma anche pericoloso.

Il complottismo non è solo quello delle "verità alternative" sull'11 settembre o sulle missioni lunari o sulle scie chimiche... è anche quello che vuole convincervi che il terrorismo fondamentalista non esiste, in maniera che possiate stare sereni e tranquilli mentre il kamikaze di turno si accinge a farvi saltare in aria... è anche quello delle medicine alternative che vuole spingervi ad abbandonare le cure mediche messe a punto dal mondo scientifico e ad affidare le vostre vite a rimedi del tutto inefficaci.

Abbiamo già parlato di Mazzucco e della sua cartilagine di squalo e gironzolando per il sito Luogocomune non mancherete di trovare altre simili idiozie.

A testimonianza del fatto che i complottisti sono tutti uguali e certe idee viaggiano immancabilmente a braccetto, troviamo sul sito del famigerato sciachimista Straker un lungo articolo dedicato a smentire l'efficacia della chemioterapia nella lotta contro il cancro.

L'articolo si intitola "La truffa della chemioterapia":


ed è basato su un'unica fonte "qualificata": uno scritto "Tratto dal libro del dottor Tullio Simoncini (oncologo): Il cancro è un fungo".

Lasciamo perdere le idiozie che questo ciarlatano utilizza per illustrare la sua tesi.

Basti pensare che l'articolo si apre con un paragrafo che contiene questa frase ad effetto:

"Da indagini e questionari si rileva che, ad esempio, tra gli oncologi americani 3 medici su 4 (il 75%) rifiuterebbero qualsiasi chemioterapia, a causa della sua inefficacia e dei suoi effetti devastanti per l'organismo umano."

e tra le "prove" viene citato questo "sondaggio":

"Alcuni scienziati di stanza presso il McGill Cancer Center (McGill University, Montreal, Canada) inviarono a 118 medici, esperti di cancro ai polmoni, un questionario [...]Risposero 79 medici [...] 58 dei 79 reputavano che tutte le terapie sperimentali in questione fossero inaccettabili, a causa dell'inefficacia e dell'elevato grado di tossicità della chemioterapia"

Innanzitutto notiamo che si parla di un sondaggio senza fornire indicazioni tecniche su come il sondaggio sia stato eseguito.
Ma la cosa ridicola è che si parla di un sondaggio in cui la domanda è relativa al cancro ai polmoni...
Ebbene, il cancro ai polmoni è una delle peggiori forme tumorali esistenti, ed in particolare quella che presenta uno dei più alti tassi di mortalità e insensibilità alle cure.
Se diagnosticato quando è in fase avanzata, le probabilità di sopravvivere sono appena dell'1% (Wikipedia).
E' davvero idiota fare un sondaggio sulla chemioterapia, utilizzando come riferimento proprio un tipo di cancro nei cui confronti le cure hanno minor efficacia!

Se poi questi sondaggi falsati ad arte vengono utilizzati per ingenerare dubbi sull'efficacia delle cure scientificamente approvate, più che di idioti, parliamo di veri e propri criminali.

E a proposito di criminali, chi è veramente questo Tullio Simoncini che Straker ci presenta come

"dottor Tullio Simoncini (oncologo)"?

Ecco chi è:



L'articolo del Corriere della Sera è del 21 maggio 2006.
Spiega che questo Simoncini è stato radiato dall'ordine dei medici e condannato per omicidio colposo e per truffa, per le "cure alternative" somministrate a pazienti malati di cancro.

Ecco la persona che Straker pubblicizza sul suo sito.
Ecco la persona che Straker utilizza come prova che la "chemioterapia è una truffa".
Utilizza un truffatore vero. Un condannato per omicidio colposo. Un radiato dall'ordine dei medici.

Proprio bravo, il nostro Straker.

Anche così il complottismo uccide.

E chiudiamo questa Perla, molto triste, a dire il vero, con una nota positiva.

L'immagine di Sophie, una bella ragazza di 24 anni, viva grazie alle cure che il sig. Rosario Marcianò (Straker) e quelli come lui definiscono "truffa".


"Occhi verdi grandi ed espressivi con striature brune, capelli biondi curati che arrivano quasi alle spalle, Sophie van der Stap oggi ha ventiquattro anni, è una bellissima ragazza olandese e una scrittrice di successo, e non ha più bisogno di parrucche. È “pulita”. Chemioterapia, iniezioni di vincristina, etoposide, ifosfamide, radioterapia, nausee, sudorazioni incontrollate, non fanno più parte della sua quotidianità. Sophie ha ucciso il cancro che si è presentato improvviso quando aveva ventuno anni, affrontandolo con forza di reazione, consapevolezza e tanta ironia."

Questa è la vita. Altro che complottisti.

=====

Perle Complottiste ringrazia di cuore Davide P., per questa segnalazione.
Il papà di Davide non ce l'ha fatta, è morto di leucemia mieloide.
Davide contribuisce con parte dei propri guadagni alla ricerca sul cancro.
Potete farlo anche voi, basta devolvere il 5 per mille dalla dichiarazione dei redditi, per esempio (AIRC).

Davide ci ha scritto:

"Questa gente vorrebbe forse far smettere la ricerca sul cancro per affidarsi a qualche santone con orgonite e cartilagine di squalo?"

Sì, questa gente vorrebbe anche questo, Davide.
Ma non glielo permetteremo.


Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.

giovedì 5 giugno 2008

Wikiperla: l'attacco al Pentagono

La mattina dell'11 settembre 2001 il volo American Airlines 77 decollò con il suo carico di passeggeri sotto gli occhi e i radar del controllo aereo dell'aeroporto di Dulles, nei pressi di Washington.

Dopo il decollo, l'aereo fu dirottato da 5 terroristi di Al-Qaeda che ne presero il comando, invertirono la rotta e puntarono su Washington DC.

Durante il volo, diversi passeggeri riuscirono a mettersi in contatto telefonico con parenti e amici a terra, spiegando tutto quello che stava succedendo a bordo.

Il velivolo fu avvistato su Washington da un aereo da trasporto militare, perse quota e si diresse contro il Pentagono.

Sotto gli occhi di un centinaio di testimoni, il Volo 77 abbattè una serie di pali della luce posti sulla vicina autostrada e si schiantò contro una facciata dell'edificio, squarciandola e devastandola e uccidendo un totale di 189 persone, terroristi compresi.

Sui luoghi della tragedia sono stati recuperati e fotografati numerosi rottami del velivolo, univocamente riconducibili al Flight 77, la "scatola nera" con tutti i dati di volo (resi pubblici), i corpi ed i resti delle vittime a terra e dei passeggeri (tutti identificati con il DNA) e dei terroristi, nonché effetti personali di passeggeri e terroristi.

I dati dei radar che hanno seguito il volo American 77 sono stati resi pubblici.

Sono stati diffusi alcuni filmati e sequenze di fotogrammi che mostrano lo schianto: due provengono da telecamere del Pentagono, uno dal Doubletree Hotel e uno da una stazione di benzina. I video sono tutti di pessima qualità giacché si tratta di semplici telecamere di sorveglianza concepite per riprendere persone e autoveicoli da vicino.

Sono state condotte almeno quattro indagini separate e specifiche: una dell' FBI (ufficio investigativo federale) i cui contenuti sono stati pubblicati nell'ambito del Rapporto della Commissione sui fatti dell'11 settembre, una di FEMA/ASCE (specialisti e ingegneri) resa pubblica, una dell'NTSB (l'ente che investiga sui disastri aerei) anch'essa resa pubblica, una della FAA (l'ente per il controllo aereo) diffusa al pubblico, ed è stato pubblicato un libro-rapporto a cura dell'Ufficio Storico del Dipartimento della Difesa che ha sede al Pentagono.

Al-Qaeda ha rivendicato la paternità dell'attacco sia attraverso una dettagliata intervista rilasciata dall'organizzatore degli attentati Khalid Sheikh Mohammed al giornalista arabo Fouda nel 2002, sia attraverso una serie di video e filmati di rivendicazione, in alcuni dei quali sono mostrati chiaramente i dirottatori che leggono i loro proclami di martirio.

Secondo voi, ci sono abbastanza prove che il Volo 77 si è schiantato contro il Pentagono la mattina dell'11 settembre del 2001?

Sì? Allora non siete NPOV!!!

Cioè, non avete il famosissimo Punto di Vista Neutrale di Wikipedia Italia (che dev'essere un NPOV diverso da quello di Wikipedia Inglese, perché di là non hanno dubbi)...


Andiamo a vedere cosa scrive Wikipedia Italia nella voce "Attentato al Pentagono dell'11 settembre 2001". La versione che abbiamo consultato era quella disponibile (29 maggio 2008) al momento di chiudere questa Wikiperla. Eventuali versioni più recenti potranno essere visualizzate seguendo questo collegamento.

Per prima cosa, notiamo che campeggia l'avviso di Sannita (amministratore con cui abbiamo avuto uno scambio di vedute qui) che la pagina è "decisamente non neutrale" ed "è ancora in fase di controllo" .

Buono a sapersi. Lettore avvisato, mezzo salvato...

Il problema è che questa pagina sta lì dal maggio del 2006!

Il primo autore è un certo Riccardov (e parleremo ancora di lui...) il quale inserisce il bell'avviso (di prassi su wiki) in cui c'è scritto:

"In questo momento riccardov si sta occupando di questa pagina.
Al fine di evitare conflitti di edizione, non apportare modifiche finché questo avviso non viene rimosso".

Insomma, un vero e proprio "giù le mani da questa pagina".

Se poi guardiamo la cronologia delle modifiche alla voce, notiamo la diffusa presenza di un soggetto di cui abbiamo già parlato, Piero Montesacro, un altro amministratore di Wikipedia.

Piero Montesacro è stato tra gli ultimi a editare la pagina, il 30 agosto del 2007, mentre Sannita l'aveva editata l'ultima volta nel giugno del 2007.

Ma quanto ci si mette a controllare una pagina? La domanda è seria. Perché intanto, migliaia di persone la leggono e sono passati "appena" due anni!

La faccenda è poi curiosa, perché abbiamo letto in una Wikiperla precedente che Sannita ha "liquidato" Crono911, progetto che ricostruisce fatti, antefatti e conseguenze dell'11 settembre, perché conteneva affermazioni "non neutrali"...

Invece questa voce "non neutrale" e complottista dalla A alla Z, escludendo le due righe di avviso, fa bella mostra di sé da più di due anni!


Ma siamo sicuramente noi che non capiamo questi complessi "meccanismi" di Wikipedia Italia (scusate se insistiamo ma su Wikipedia Inglese ciò non accade... sarà che sono meno macchinosi da quelle parti?).

Procediamo con la lettura di questo pezzo di cultura e informazione.

"Per attentato al Pentagono dell'11 settembre 2001 si intendo lo schianto di aerei, poco meno di un'ora dopo l'attacco al World Trade Center, sull'edificio amministrativo statunitense."

Noi già ci fermeremmo qui.
Una voce che ha due anni di vita, in perpetuo stato di controllo, sulla quale hanno lavorato non meno di due amministratori... presenta nelle prime due righe questi errori:
- "si intendo" anziché "si intende" (un refuso per la fretta, indubbiamente... hanno avuto solo due anni per scrivere e controllare)
- "schianto di aerei" scusate laggiù... Wikipedia, solo per curiosità, ma quanti aerei credete si siano schiantati al Pentagono?
- "poco meno di un'ora dopo l'attacco al WTC"... il primo aereo si è schiantato al WTC alle 8:46, il Pentagono è stato colpito alle 9:37... sicuramente anche la precisione è POV (punto di vista) su Wikipedia
- "sull'edificio amministrativo statunitense"... che sarebbe, l'Ufficio Licenze Comunali? E' troppo pretendere da un'Enciclopedia che sia un attimino più precisa? Ci vuole tanto a dire che è la sede del Dipartimento della Difesa? Perché mica lo spiega da qualche altra parte, questa voce. Un lettore che ci capisce poco conclude che quella mattina i terroristi non avevano di meglio da fare e hanno colpito un ufficio amministrativo a caso, giusto perché gli piaceva la forma...

Già solo un inizio del genere imporrebbe di prendere la pagina e infilarla nel trituratore.

Mica parliamo di POV e NPOV qui, ma di errori da compitino della seconda elementare!

E se in due anni nemmeno le prime due righe avete controllato... ma signori...

"La versione ufficiale afferma che a colpire il Pentagono sia stato il terzo aeroplano dirottato..."

A ridaje... Perché, cosa ha colpito il Pentagono? Un carretto di frutta e verdura? Un disco volante? Un grosso chicco di grandine?
Il centinaio di testimoni presenti sono "versione ufficiale"?
I cadaveri dei passeggeri sono "versione ufficiale"?

Non parliamo poi delle fonti. Nel primo capoverso della voce, che contiene peraltro numerose altre Perle, non c'è uno straccio di fonte.
Ovviamente, non c'è alcun avviso sul preoccupante fatto che manchino le fonti.

Scriveva Sannita:

"Allo stesso modo, abbiamo un avviso (http://it.wikipedia.org/wiki/Template:F) che mette in guardia dalla generale mancanza di fonti riguardo un dato argomento".

Bravi. E tenetevelo stretto stretto questo avviso...

Procediamo, a salti perché la pagina è talmente infarcita di Perle da renderci impossibile citarle tutte.

"Lo svolgimento della tragedia
9.45: il Pentagono è colpito.
10.28: "si diffonde la voce di un'autobomba esplosa davanti al dipartimento di Stato a Washington che provoca un incendio. [1]
alle 10.32 l'«ABC News» parla del dirottamento del volo di linea ma non dice nulla circa il suo ritorno a Washington in coincidenza con l'attacco terroristico;
poco dopo la Fox TV, diramando la notizia dell'attentato, parla di un apparecchio dell'US Air Force (“Minute by Minute with the Broadcast News”);
11.36: "un funzionario del dipartimento di Stato smentisce che una autobomba sia esplosa davanti alla sede del ministero.[2]"

Prima si poteva pensare che l'errore di "un'ora" fosse una semplice approssimazione.
Adesso no.
Wikipedia Italia pone l'attacco alle 9:45 anziché alle 9:37.

Scusate se insistiamo su questo aspetto, ma quegli 8 minuti sembrano un'inezia e invece sono fondamentali per le lagne complottiste. Una delle principali ipotesi complottiste, infatti, si basa proprio sul trucchetto di spostare avanti "gli orologi" alle 9:45 (per saperne di più, consigliamo di leggere qui).

Notate poi un altro aspetto del paragrafo. Questo, dovrebbe sintetizzare lo svolgimento della tragedia, inserendo dettagli di rilevanza come il collasso dell'ala del Pentagono colpita, l'intervento dei soccorsi eccetera. E invece di che parla? Delle voci di un'autobomba e di apparecchi dell'USAF!!!

Qua non parliamo solo di mancanza di neutralità, ma di informazioni del tutto sballate.

Andando avanti la situazione peggiora e ci troviamo di fronte ampie citazioni di Griffin e Meyssan, veri baluardi del complottismo, con le classiche testimonianze decontestualizzate e gli approfondimenti di tutti i temi beneamati dai complottisti! Amati, e a dir poco zoppicanti.

Come a dire che per farvi capire l'Olocausto vi fanno leggere un libro di Irving.

Per non parlare del riferimento all'esercitazione MASCAL, che simulava lo schianto di un aereo commerciale di linea sul Pentagono, descritta da Wikipedia come "Attentato Simulato".

Ma quale attentato... la MASCAL simulava la caduta accidentale di un aereo sul Pentagono. Esercitazione del tutto normale visto che il Pentagono si trova a 1000 metri dall'aeroporto internazionale Reagan. Quindi, prevedere l'eventualità che un aereo potesse cadere sul Pentagono è tutt'altro che strano!


Ovviamente gli estensori della voce si sono guardati bene dal precisare questo "insignificante" particolare.

E quando c'è da parlare delle decine e decine di testimoni che hanno visto American 77 schiantarsi contro il Pentagono, ecco cosa scrivono:

"Altri autori, come Paolo Attivissimo, sottolineano come le testimonianze in realtà siano state assai più numerose..."

Scusate, ma anche il numero dei testimoni è diventata materia di chi-sostiene-cosa?
Quello è un dato oggettivo, i testimoni ci sono, sono oltre un centinaio, hanno tutti nome e cognome e le loro dichiarazioni sono presenti in migliaia di fonti!!!

E la bibliografia? Un libro di Griffin e due di Meyssan!!! Della serie: volete sapere cos'è successo al Pentagono? Ve lo spiegano i complottisti.

E allora ripetiamo: com'è questa storia che documenti non-complottisti che contengono informazioni precise, vengono messi al muro da Wikipedia perché in qualche punto conterrebbero anche punti di vista non neutrali, mentre intere pagine che contengono un fiume di vera e propria propaganda complottista e un mare di errori e inesattezze vengono lasciate per due anni indisturbate?

Sannita, Montesacro, Cloj (c'è anche lui tra gli "editors" della pagina)... che sono così attenti a difendersi tra loro per amicizia (link), in due anni hanno permesso che questa voce restasse in queste condizioni?

E non si venga a dire che sono editing successivi... perché la pagina è nata nella forma mostruosa di oggi ed è andata solo peggiorando nel tempo.

Perdonateci, signori, ma noi dobbiamo concludere che la pagina a voi stava benissimo così, con il solo Sannita che ha timidamente inserito l'avviso di non-neutralità, senza spingersi oltre.

Dovremmo allora riprendere il discorso che certe amicizie non sembrano affatto aiutare Wikipedia a crescere? Non lo facciamo, lasciamo giudicare ai lettori, alla luce di quanto emerso nella Wikiperla precedente.

Però daremo uno sguardo alla discussione.

E subito leggiamo un intervento di Montesacro con i controfiocchi. A chi fa notare che non c'è nulla di impossibile in un aereo di linea che voli ad alta velocità e bassissima quota (e tant'è) Montesacro risponde:

"Premetto di non essere a nessun titolo un esperto aeronautico..."

E su questo non abbiamo il minimo dubbio...

"Il comandante Alitalia di cui si parla ha chiaramente escluso che un pilota men che veterano possa anche solo pensare di riuscire a realizzare la manovra che avrebbe realizzato il tipo con il turbante, giudicato completamente incapace di volare anche sull'otto volante dai suoi istruttori."

Tipica bufala complottista. Gli istruttori lo hanno presentato agli esami e si è preso le sue brave licenze di pilota commerciale. Il resto sono chiacchiere, ossia POV, come le chiama Wikipedia.
Ma a Montesacro vanno benissimo quando coincidono con il suo.

Poco gli importa che altri comandanti, come Giulio Bernacchia, abbiano invece scritto addirittura un report per evidenziare che la manovra era perfettamente fattibile. Né gli importa che gli ingegneri aerospaziali di Aerospaceweb hanno scritto un'analisi in cui evidenziano che non c'erano problemi di sorta a volare in quella condizione (che - non dimentichiamolo - è durata appena pochi secondi e si è conclusa con uno schianto!).

Anzi, continua a filosofeggiare:

"Pare di capire che l'opinione del suddetto comandante non sia disgiunta dalla considerazione delle caratteristiche dell'aeromobile considerato e dalla ridicola (per eccesso) velocità alla quale le autorità USA pretendono l'aereo viaggiasse."

Pare? Siamo su un'Enciclopedia o nella sala d'aspetto di Spettegules? La velocità di AA77 è pretesa?
Veramente ci sono scatola nera e dati radar a confermarla, ma immaginiamo che questa roba, per Montesacro, fosse POV.
Lui invece è di una scientificità... e si diletta poi a parlare dei Tornado chiamando in causa persino Bellini e Cocciolone... vi risparmiamo il penoso passaggio.

E quando "Flanker" gli fa notare che un 757 può fare questo e altro, Montesacro osserva:

"Complimenti Flanker, dobbiamo assumere che tu sia un ex pilota militare e pilota di 757 più esperto - in tutti e due le carriere - del comandante Claudio Garavotti..." [Galavotti comunque]

Quindi Montesacro può disquisire in vece di professore su materie di cui ne sa meno di un canguro, ma Flanker non può parlare. Immaginiamo che sia un'altra esemplare applicazione del principio di notorietà...

Intanto, consigliamo a Montesacro di farsi un po' di cultura aeronautica, magari dando un'occhiata ai numerosi video su Youtube che mostrano grossi aerei di linea sfrecciare a bassissima quota.





E si permette anche di dire, in mezzo al suo discorso (che può essere letto integralmente qui):

"La faccenda più importante però, nel nostro contesto, non consiste in quel che credo io o credi te, ma nei fatti considerabili come incontrovertibili e definitivamente provati."

Accidenti. Si vede come l'ha applicato bene il principio. L'unica cosa incontrovertibile della voce che con tanto zelo vigila, è il logo di Wikipedia. Dopo di che c'è solo un gran mucchio di fandonie!

Nella discussione poi interviene un altro complottista, "Zelgavis", il quale ha un asso nella manica, una prova incontrovertibile. Leggete cosa scrive a un certo punto:

"Anzi ti posso dire pure che la CIA sapeva già un'anno prima dell'attacco, lo ha detto un militare a cui ora gli hanno tolto lo stipendio e la pensione (questo poveraccio ha 2 figli)"

Perbacco. Possiamo chiudere baracca e burattini noi di Perle Complottiste! Zelgavis ha scoperto tutto!

Poi interviene Riccardo, che con notevole buon senso contesta:

"[...] rifiuto di accettare che si possa redigere una voce di enciclopedia unicamente sulla base di siti internet di affidabilità pari a zero e senza doviziosamente citare le fonti di ogni singolo carattere scritto..."

Ahhhi! Riccardo, ti sei sbilanciato troppo! E arriva il cicchetto. Ovviamente, se ne occupa Montesacro (grassetto nostro):

"La voce non è redatta unicamente sulla base di fonti non verificate. Che poi la loro affidabilità sia pari a zero, è un tuo ripettabile POV, ma nulla di più. Almeno nella mia versione, si dava conto in generale di tali fonti - senza necessariamente abbracciarle - Tali fonti sono ormai rilevanti e enciclopediche almeno sotto il punto di vista (il mio, per coincidenza) che le inquadra come fenomeno mondiale rilevante sia a livello media che di costume e, cosa più importante, sono state considerate abbastanza credibili dall'opinione pubblica al punto che la stessa, come risulta da innumerevoli report e sondaggi riferiti ormai anche da parte di media autorevoli, ha da tempo in modo significativo preso a dubitare della versione ufficiale dei fatti."

Pazzesco. Questa voce è una delle peggiori pagine che si siano mai lette da quando Gutemberg ha inventato la stampa, e secondo Montesacro le fonti citate (rigorosamente complottiste), sono "rilevanti ed enciclopediche" perché quella è la sua opinione.

E si noti bene: l'opinione di Riccardo è un POV.
Quella di Montesacro... l'oracolo di Delfi.

Tant'è vero che dalle parole passa ai fatti:

"Volendo puoi integrare la voce fornendo punto per punto obiezioni ai dubbi sollevati, ma la volontà pervicace e ripetuta di sopprimerli non è ammissibile. Pertanto, procedo ad opportuno rollback, pronto a ripeterlo per i motivi citati."

E siccome Riccardo insiste, Montesacro arriva a sentenziare:

"Ricorda che quanto affermato dal "Pentagono" (o per suo conto) è, di per sé, non più "attendibile" ed "autorevole" (o almeno non nel modo "schiacciante" che sembra apparire a te) di quanto affermato da un rispettato professore di Filosofia"

Anche qui siamo oltre i confini della follia e - peggio - della malafede.
Per Montesacro, tutti coloro che raccontano i fatti di quel giorno (giornalisti, testimoni, vari enti indipendenti) sono al soldo del Pentagono e quanto dicono loro vale quanto un "rispettato professore di filosofia".
Che immaginiamo sia il noto professore complottista Fetzer visto che Griffin, lo ricordiamo, è un teologo.

Più avanti, rispondendo a un altro utente (anch'egli complottista), Montesacro spiega:

"Io non ho certezze e non so per certo cosa è successo al Pentagono (e a New York), come e perché. Quello reputo sia giusto è fare domande e pretendere risposte e verità convincenti."

E' il tipico arringare dei complottisti! Non sanno niente, fanno domande e pretendono risposte (che, per inciso, esistono da anni ma loro fingono di non saperlo).
E' proprio il loro motto, ripetuto all'infinito!

Facciamo noi qualche domanda: cosa c'entra tutto questo con una voce enciclopedica?

Montesacro sta curando un'enciclopedia o un sermone complottista?

Ma lui questo abbinamento enciclopedico ce l'ha molto chiaro. Infatti più sotto scrive:

"[...] in una enciclopedia non spetta a noi emettere giudizi definitivi in positivo o in negativo sulle controversie, ma solo riferire correttamente cosa dice tizio e cosa ribatte caio..."

Eh no, Montesacro. Questo va bene quando i fatti non sono lampanti, il che, in ogni caso, non autorizza a scrivere strampalaggini.
Al limite (ma proprio al limite...) dopo aver descritto tutti i fatti per bene, uno ci mette mezza riga in cui spiega che esiste qualcuno che li mette in dubbio.
Ma se passa la filosofia di Montesacro, allora in una voce di geografia dovremmo leggere, con pari peso, che la Terra è tonda secondo qualcuno, piatta secondo altri e addirittura cava (e noi viviamo all'interno) secondo altri ancora.

Ora, con buona pace di Sannita e della sua strenua difesa di Montesacro, per quanto ci riguarda già solo tra questa e la precedente Wikiperla ci sono tonnellate di elementi che dimostrano (e non venissero a dirci che è un POV) la malafede del soggetto.

Il quale, fingendo di non prendere nessun partito e di voler solo rispettare la pseudo-neutralità di Wikipedia, ingozza la voce con le teorie più assurde e ridicole in circolazione, dando loro tutta la forza che un simile veicolo informativo può dare.
E vogliamo proprio vedere se qualcuno avrà ancora il coraggio di insinuare che noi scriviamo per cavalcare "rancori" di qualsiasi genere.

Quelli che mostriamo sono fatti, e sono sotto gli occhi di tutti.

Questa voce è stata vigilata e difesa, nella sua vergognosa faziosità, da Montesacro.

E non ci stupiamo, visti i rapporti di amicizia esistenti, che Sannita non abbia mai potuto o voluto completare, o anche solo iniziare, la fase di "controllo" che aveva annunciato.

"...è ancora in fase di controllo..." avvisava Sannita.

Ma a quanto, pare, invece, la voce è...


Si ringraziano per le segnalazioni: Jerry, Luca74, Annarita M., Roberto P., Dragon80, Five, Leonessa88.


Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.