mercoledì 14 gennaio 2009

Wikipedia: adesso si fa sul serio

Dopo un bel po' di Wikiperle in cui abbiamo dimostrato, al di là di qualsiasi dubbio, quanto Wikipedia italiana sia permeata di voci mirate a disinformare e a propagandare il complottismo, l'anti-americanismo, l'anti-semitismo e tanti altri "ismo" che non farete fatica a immaginare, è arrivato il momento di fare sul serio.

Sinora abbiamo "marcato a zona", evidenziando i terreni oggetto di scorrerie e quelli presidiati da una cricca di amministratori e wikipediani che ha saputo celarsi più o meno bene (almeno finché non ce ne siamo occupati noi) nelle pieghe di un progetto nobile qual è quello di Wikipedia, trasformandolo in un piccolo orticello personale.

Da ora iniziamo a marcare "a uomo": metteremo a nudo chi sono i wikipediani e gli amministratori che si muovono dietro le quinte delle voci enciclopediche per infarcirle di corbellerie e oscenità di ogni genere.
Così come tra i complottisti distinguiamo principalmente due categorie (gli idioti che credono davvero alle scempiaggini che leggono e sostengono, e i "maestri" che sanno perfettamente di mentire e lo fanno per propagandare determinate posizioni ideologiche) allo stesso modo nel complottismo wikipediano distinguiamo due generi di soggetti: gli idioti complottisti che infarciscono le voci di riferimenti alle proprie teorie e i wikipediani che lasciano che ciò accada (e spesso lo favoriscono) perché quelle teorie ben si sposano con le proprie posizioni ideologiche.

Noi ci occuperemo prevalentemente di questi ultimi. Vi mostreremo chi sono i Chiesa, i Mazzucco e i Blondet di Wikipedia. E vi mostreremo quali sono le posizioni ideologiche che perseguono.
Sia chiaro: non ci proponiamo di cambiare la Wiki italiana. Questa impresa disperata spetta ai wikipediani onesti, se e quando vorranno provarci.
Ci proponiamo, come sempre, di mostrare ai nostri lettori ciò che abbiamo scovato e di commentarlo alla nostra maniera: impietosamente.

La foto con le croci, in apertura, è quella di un cimitero di guerra, a Colleville.
Capirete poi perché l'abbiamo scelta.

Affrontiamo il nuovo percorso partendo da un commento lasciato da un wikipediano, UB.

UB è un wikipediano con una certa esperienza: contribuisce all'enciclopedia dal 2005.
Non lo conosciamo, però sappiamo che il 16 novembre ha abbandonato la Wiki italiana, azzerando anche la propria pagina utente, e ha lasciato un messaggio sulla pagina personale di Cloj, utente di cui abbiamo già avuto modo di parlare (e tanto ancora avremo da dire)...

I grassetti sono nostri:

"Visto che con te ho avuto varie discussioni, a volte accese, ma in quanto persone intelligenti e responsabili abbiamo sempre risolto le cose senza danni, vorrei chiederti un favore in questa occasione del mio abbandono, stavolta definitivo, di it:wiki. Spero che tu ti renda conto che Pietro è un pericolo per l'enciclopedia. Nei miei sessanta e più anni di vita, e nei miei numerosi contributi ad enciclopedie che, vedo ora, sono assai più serie di it:wiki, non ho mai incontrato una persona così pervicacemente incollata alle proprie opinioni, giuste o sbagliate che siano, di Pietro. E, nella tecnica di confutazione, mai ho visto un cammellaggio come quello che Pietro è capace di organizzare. Forse io ho un concetto di correttezza diverso (e spero bene), ma nel mio mondo non si vomitano sentenze speciose e provocatorie. L'antiamericanismo viscerale di Pietro (vedi 9/11 e compagnia) è a me ben noto, ma quando non si vuole il dialogo, è perfettamente inutile discuterne. Ora, Israele e Gerusalemme sono per me cose importanti, e capisco che un antiamericano viscerale per estensione sia anche un antiisraeliano viscerale; su questo abbiamo (ho) discusso, ma non è umanamente ammissibile che in una discussione si faccia una pantomima come quella delle percentuali; l'unica utilità è che definisce una volta e per tutte il personaggio. Non avrei immaginato, tre anni e mezzo fa, che un bel progetto come wiki dovesse naufragare così miseramente nell'egoismo dell'incomunicabilità, e che i siti critici avessero tanta ragione. Sta di fatto che oggi, nessuna delle voci che ho contribuito a creare possa dirsi fatta bene Quindi, questa enciclopedia è inutile : lasciamola in eredità ai Pietro, Chemical Bit, Brownout, che la distruggano definitivamente. A te dico solo : guardati da certi amici. ti possono fare molto più male che bene. --Ub 21:11, 16 nov 2008 (CET)"

Parole pesanti. Per fortuna non le abbiamo dette noi (altrimenti ci accuserebbero di diffamarli), ma un wikipediano che sta su Wiki da prima che Perle Complottiste nascesse e che se n'è andato ben dopo l'inizio della nostra avventura.

Il "Pietro" di cui parla Ub è Piero Montesacro. Manco a farlo apposta appena più sotto c'è un suo commento in cui si premura di informare l'amico Cloj che sta pasticciando con la pagina di Gerusalemme (la cosa non ci meraviglia).
E che i due siano molto "uniti" lo testimonia una semplice constatazione: se guardate i vari commenti nelle pagine utente, noterete che c'è il commento ma quasi mai la risposta (va cercata nella pagina utente di chi ha lasciato il commento). Ma se scrive Montesacro, Cloj risponde lì, subito appresso. Tutti gli altri commenti possono restare senza risposta nella pagina, ma non quello di Montesacro.
Ritorneremo prossimamente sul feeling tra Cloj e Montesacro.

Intanto, notiamo come Ub mette in guardia Cloj da "certi amici".
Chi sono?
E' lo stesso Ub a spiegarlo: Pietro (Piero Montesacro), Chemical Bit e Brownout.
E a dimostrazione che Ub ci ha visto giusto, andatevi a rileggere la Wikiperla sulle blacklist: è stato proprio Brownout a mettere in "lista nera" il link al nostro sito.
E anche Chemical Bit è una nostra vecchia conoscenza (e lo conoscerete meglio anche voi in futuro).

I conti tornano.
Anche perché Brownout ha votato diligentemente per la riconferma di Piero Montesacro ad amministratore di Wiki (e anche su questo ritorneremo), qui, al numero 33.

Sentite la puzza di una cricca?

Per oggi ci fermiamo qui, con questo assaggio.
E con l'invito ai lettori di continuare ad aiutarci (come avete sempre fatto): le vostre segnalazioni saranno utilissime.