mercoledì 29 dicembre 2010

Il Governo Ombra secondo Wikipedia

Wikipedia e alcuni tra i suoi utenti e amministratori ci hanno regalato numerose spassosissime Perle, spesso salutate da vivaci reazioni che hanno consentito di dare una parvenza enciclopedica a voci che giacevano allo stato brado.

Di strada, però, ce n'è ancora davvero tanta da fare, come conferma la voce "Governo ombra (teorie del complotto)".

Questa storia di creare voci parallele per ospitare le teorie complottiste che riguardano la voce principale, ci ha sempre fatto sorridere.

In un certo senso, è come se la voce principale (vera, storica, documentata) e le teorie complottiste (quasi sempre un guazzabuglio di ridicole idiozie) fossero messe sullo stesso piano, con lo stesso grado di enciclopedicità.

L'aspetto più sconcertante, però, è che queste "voci alternative" molto spesso sono perfino prive delle fonti di riferimento, sono veri e propri "sfoghi" personali di qualche paranoico wiki-utente convinto (purtroppo a ragione) di poter sfruttare Wikipedia per propagandare le teorie più strampalate.

Dunque, vediamo cosa scrive Wikipedia italiana sul Governo Ombra, versione complotto.

Nell'accezione comune, con Governo ombra si intende un'istituzione politica, presente in alcuni sistemi parlamentari, formata dall'opposizione.
Invece, il Governo ombra nelle teorie del complotto rappresenterebbe una o più presunte organizzazioni, che opererebbero ipoteticamente dietro le quinte di certi governi, avvalendosi di una presunta rete fittizia che controllerebbe, a dire dei complottisti, molti dei governi mondiali.
Secondo l'ottica complottista, vi sarebbero molte strutture che opererebbero per mano del presunto e indimostrato Governo Ombra.

Notate i condizionali, i termini “ipoteticamente”, “presunta”, “indimostrato”.
Insomma, stiamo parlando di aria fritta. Per di più, senza uno straccio di fonte. Una pagina del genere andrebbe cancellata seduta stante, invece no. Su Wikipedia cancellano un sacco di voci ritenute “non enciclopediche” (spesso soltanto perché chi vota per la cancellazione è troppo ignorante sull'argomento) ma un simile aborto è rimasto in piedi.

I capi di questa organizzazione occulta vorrebbero riunire tutti gli Stati del mondo sotto una sola bandiera, quella del Nuovo Ordine Mondiale.

Il Nuovo Ordine Mondiale, il mito di qualsiasi complottista degno di questo nome. Basta parlare cinque minuti con un complottista, e state pur certi che vi tirerà fuori la storia del Nuovo Ordine Mondiale. Provate a chiedergli di che si tratta, e non saprà rispondervi. I complottisti sono fatti così...

I primi segnali per la costruzione di un Nuovo Ordine Mondiale, sarebbero la Commissione Trilaterale, il Gruppo Bilderberg e l'ONU; gli incontri di questi gruppi escluso l'ultimo, si tengono a porte chiuse, e secondo i complottisti questo servirebbe per non far uscire informazioni riguardo agli argomenti trattati in queste commissioni.

Accidenti che cervello fino che hanno questi complottisti. Hanno capito che se uno tiene una riunione a porte chiuse, probabilmente non vuole che si sappia in giro ciò che si è detto.
Chissà come hanno fatto ad arrivare a questa conclusione...

L'ONU secondo i complottisti, sarebbe il primo passo verso l'unificazione di un unico stato mondiale, infatti grazie a questa organizzazione sono state costruite numerose strutture internazionali.

Altra grande deduzione. L'ONU è un organismo internazionale, è normale che dia vita a strutture internazionali! Forse i complottisti si aspettavano che creasse associazioni per giocare a tressette?

Ma poi, che significa “secondo i complottisti”? Chi sono questi complottisti? C'è un manifesto, un nome, un riferimento? Niente. Per quel che ne sappiamo, potrebbero essere il fioraio e l'edicolante sotto la casa del wikipediano che ha scritto queste idiozie.

Andando avanti nella lettura, la situazione – nella miglior tradizione della Wiki italiana – peggiora.
C'è un rinvio a un approfondimento sul “complotto del Nuovo Ordine Mondiale”.
Come a dire: stiamo scrivendo un mucchio di corbellerie, e se ne volete ancora e più specifiche, abbiamo altre voci “enciclopediche” predisposte allo scopo...

Poi segue il paragrafo “Governo ombra cattolico”.
Si apre così:

L'ipotesi che lo Stato del Vaticano abbia costituito un governo ombra è una teoria cospirazionista molto recente ma su un tema non nuovo. Nel 1614, in Germania, venne pubblicato un testo, in cui si menzionava ad un complotto gesuita (…)

Un testo? Come sarebbe a dire “un testo”? Chi l'ha scritto? Dove si trova? Come si intitola? Niente. Dovete fidarvi di Wikipedia, al punto che non vi serve sapere nemmeno di quale testo si tratti!

Nel libro si parlava della confraternita dei Rosa Croce fondata nel 1407 da Christian Rosenkreutz (…) Il libro era frutto di un'invenzione ma questa società segreta era esistita veramente (al contrario di quanto credeva lo scrittore che aveva raccolto le informazioni).

No, un attimo. Cerchiamo di capire. Quindi il libro... questo testo di cui non si sa nulla... era frutto di un'invenzione? Cioè cos'era? Un libro di favole? Quindi Wikipedia cita un libro di favole e non si degna nemmeno di indicare di quale libro si tratti?
Ma vi pare una voce enciclopedica, questa qua? Farebbe ridere persino un bambino dell'asilo.

Secondo i cospirazionisti, arriverebbero dall'Opus Dei gli ordini sull'attuazione di programmi, elezioni di cardinali o addirittura papi.
Secondo i complottisti più pungenti, il movimento di Anticattolicesimo sarebbe stato proposto dalle file del governo ombra del Vaticano proprio per portare a termine qualche scopo losco.

Pensate un po'. Si parla di “cospirazionisti” e “complottisti più pungenti”... sempre senza fare alcun riferimento a nomi e pubblicazioni. Forse il fioraio è più pungente dell'edicolante...

Poi arriva il paragrafo “Governo Ombra statunitense”.
E qui i toni iniziano a cambiare. Anziché infarcire le frasi con una selva di “secondo i complottisti”, le affermazioni diventano quasi assolute: non importa nemmeno chi dica cosa, è così è basta.
Infatti:

Gli Stati Uniti d'America sono sempre stati patria di complottismo. Si pensa che un vero Governo Ombra americano sia nato durante l'amministrazione Truman. Questo perché lui fu il primo presidente a iniziare programmi di ricerca segreti, da qui forse ebbe inizio il Governo Ombra Usa.
Il primo segnale di mistero fu dato con l'avvio del Majestic 12, proprio su ordine dell'allora presidente Truman, questo gruppo di ricerca aveva come unico scopo quello di studiare le E.B.E. e i loro velivoli. Quello che iniziò come un banale studio sugli Ufo sarebbe divenuto il primo ramo di un Governo Ombra che si sarebbe espanso durante la Guerra Fredda. Quest'amministrazione nell'ombra avrebbe iniziato a influenzare le decisioni politiche e militari degli USA.
Furono aperti molti programmi come il progetto Blue Book, Aquarios, Grudge, e altri programmi o team tenuti a studiare il fenomeno UFO e dediti allo spionaggio delle attività militari dell'Unione Sovietica.

Secondo voi la cosa ha un capo e una cosa? Che c'entrano gli UFO con un Governo Ombra?
Che c'entra lo spionaggio delle attività militari dell'URSS (un'attività normalissima e scontata) con un Governo Ombra?

Nel 1963 nell'Urss si sarebbero verificati strani casi di Cancro nel personale dell'ambasciata americana a Mosca. Gli USA l'anno dopo avrebbero cominciato a studiare gli effetti di segnali radioattivi su persone ignare della loro esposizione. La CIA avrebbe coordinato questi esperimenti segreti, le frequenza utilizzate avrebbero dovuto disturbare il Sistema nervoso centrale regredendo le funzionalità normali di un corpo fino a ridurlo in condizioni disagevoli. Questi test avrebbero avuto dei buoni risultati tanto che, sarebbero state costruite delle installazioni sotterranee con l'apposita funzione di approfondire gli effetti regressivi di questi segnali, in modo da poterli usare in una possibile Guerra elettronica o Psicologica.
Secondo alcuni il vero scopo di questi studi sarebbe stato quello di ridurre il Sistema nervoso in uno stato tale da controllare le azioni della persona colpita dai segnali.

Siamo alla fantascienza più sconclusionata che si possa immaginare. Cancro, frequenze, regressione del sistema nervoso... tutto in un minestrone senza senso con tanto di richiamo alla Guerra Elettronica (che è cosa del tutto diversa) e alla Guerra Psicologia (anche questa del tutto diversa).

Il Governo Ombra americano avrebbe organizzato l'assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy, o con lui la cattura del suo assassino, il tutto perché JFK non voleva aloni di mistero sul proprio governo e voleva mantenere la stabilità nel mondo iniziando con la cessazione dei fuochi in Vietnam.

Come no. Ci sarebbe il piccolo particolare che la storia dice esattamente il contrario, visto che fu proprio Kennedy ad accendere i primi fuochi in Vietnam inviando migliaia (18.000!) di “consiglieri militari” e approvando un piano di graduale escalation delle azioni militari, che comprendeva l'autorizzazione all'utilizzo del napalm, tra le altre cose.

La CIA si sarebbe anche occupata del Controllo della mente, si veda il Progetto MKULTRA. Il governo ombra avrebbe voluto questi esperimenti in modo da controllare in un futuro le persone, la Mente, creare degli Zombie.

Certo. Si son scordati del piano di arruolare anche Babbo Natale e la Befana?

Anche i sovietici avrebbero avuto le stesse intenzioni, i due governi oscuri anche se nemici tra loro avrebbero avuto le stesse intenzioni nella Guerra Fredda.
Nel 2005 in molti quotidiani europei e nordamericani, (in Italia pubblicato dal quotidiano La Stampa) apparve l'articolo: Bush contro gli Ufo, dalla Base Luna alla guerra segreta. Paul Hellyer fu il ministro della Difesa canadese e partecipò a molte conferenze a porte chiuse del NORAD. Il politico disse espressamente che la base lunare che vorrebbe costruire la NASA entro il 2020, non servirebbe come punto d'attracco per l'esplorazione del Sistema Solare ma dovrebbe funzionare come dogana per gestire il traffico di Ufo diretta verso la Terra e se possibile abbatterli con delle nuove armi spaziali di ultima generazione che starebbe costruendo il Pentagono in segreto.
L'ex-ministro canadese ha parlato anche di una possibile guerra tra uomini e alieni che potrebbe avvenire se gli Stati Uniti d'America decidessero di abbattere gli UFO diretti verso la Terra.
Queste affermazioni sarebbero molto dolenti se il tutto fosse vero, ma nessun governo ha reagito alle dichiarazione di Hellyer.

Sarà mica perché Hellyer era evidentemente matto da legare?

Queste dichiarazioni sarebbero la conferma che il governo ombra nordamericano sarebbe molto attivo e si interesserebbe soprattutto della costruzione di armi non convenzionali, e dello studio sugli Ufo, secondo alcune fonti militari il governo starebbe cercando di creare velivoli somiglianti ai dischi volanti, ma utilizzando energie pulite...


Ci sembra giusto. Il Governo Ombra è seriamente preoccupato dell'inquinamento, e quindi costruisce dischi volanti con zero emissioni nocive...
Solo su Wikipedia italiana potete leggere queste cose, siatene certi...
...poiché la tecnologia su cui si baserebbero i fondamenti scientifici degli alieni risulterebbe troppo complicata per i tecnici umani, ...


Ma, scusate, se è cosi complicata, come si spiega che gli umani la modificano per usare energia pulita? Misteri di Wiki.

...a studiare la tecnologia aliena sarebbe nata la Retroingegneria che si occuperebbe di studiare in modo approfondito l'Antigravità, l'Antimateria, alcuni elementi non presenti sulla Terra che permetterebbero di utilizzare poca energia per effettuare viaggi interstellari e temporali.

Ma davvero? La retroingegneria è quindi nata per studiare la tecnologia aliena? A noi risulta che la retroingegneria è il lavoro con il quale – partendo da un qualsiasi manufatto – si ricostruiscono i suoi disegni progettuali o costruttivi, allo scopo di replicarlo. Arte che l'uomo fa da sempre (si chiama anche copia, plagio, tarocco...) e con la quale gli alieni c'entrano meno di un fico secco.

Il tutto non è provato, ma i maggiori complottisti la pensano in questo modo.

Ma va? Non è provato? Chissà perché...
La verità è che si tratta di un ammasso allucinato di corbellerie: questo dovrebbe scrivere Wikipedia a chiare lettere, se proprio si vuol mantenere un simile obbrobrio di voce.

Dopo qualche altro paragrafo di ulteriori idiozie, la voce passa a parlare di Echelon, il sistema di intercettazione e analisi delle comunicazioni implementato dagli Stati Uniti con l'ausilio di altri paesi alleati.
Echelon non ha niente a che fare con governi ombra, è solo un sistema di intelligence come tanti altri, sofisticato e potente ma pur sempre abbastanza logico nel contesto dello spionaggio.
Ma Wikipedia va oltre:

Un sistema molto simile all'ECHELON ma utilizzato solo nel Nord America è l'HAARP.

Molto simile? ECHELON è un sistema di intercettazione e analisi delle comunicazioni, HAARP è un progetto scientifico che studia i campi elettromagnetici terrestri. Sono due cose completamente diverse!

Ma la maggior parte dei governi ombra si sarebbe creata con l'avvento della Guerra fredda. I vari servizi segreti che lavorerebbero per i propri governi oscuri sarebbero l'FBI, il Mossad, l'MI6 e per la Russia sarebbe il Kgb che secondo alcuni esisterebbe ancora, ma i russi influiti dalla politica sovietica ne nasconderebbero l'esistenza. Ultimamente si è sentito parlare in Italia del Sismi, che avrebbe cooperato con CIA per la cattura di alcuni terroristi o perfino l'uccisione.

Questa è una voce enciclopedica della Wikipedia italiana...!

Roba da manicomio... Che significa, poi, “russi influiti dalla politica sovietica”? Che lingua è?

Che l'Italia avesse un governo ombra non è mai stato preso in considerazione, ma secondo alcuni ufologi, durante la dittatura di Mussolini sarebbe stato creato un vero e proprio governo segreto per lo studio di armi radiodisturbatrici e i beneamati Ufo. Uno dei programmi avviati dai fascisti sarebbe stato il SETI del Gabinetto RS/33, un gruppo scientifico che avrebbe operato sotto l'Università La Sapienza.

Ma sì, scriviamo pure ogni genere di bestialità, tanto siamo su Wikipedia Italia...

La pagina è stata creata nel 2007 da un certo Jok3r, un wikipediano che sarà bene tenere d'occhio (lo diciamo non solo ai nostri cercatori di Perle ma anche ai servizi di salute mentale): vista l'immensa quantità di idiozie che è riuscito a concentrare su questa voce, non abbiamo dubbi che debba aver svolto lavori altrettanto egregi altrove. C'è da meravigliarsi che non l'abbiano eletto amministratore.

Certo è che la voce è stata visitata e ritoccata abbastanza spesso, anche da utenti anziani e amministratori, come dimostra la sua cronologia, ma è ancora lì: nessuno si è seriamente impegnato a cancellarla (visto lo stato, non c'è altra soluzione).

Ringraziamo Antonino per la segnalazione


Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.

giovedì 23 dicembre 2010

I Padroni dell'Universo

No, non è l'ultimo film di Massimo Mazzucco ma un presunto scoop giornalistico.

I complottisti sono generalmente imbecilli, ma se lo sono devono anche ringraziare certi giornali e giornalisti che contribuiscono spesso e con troppa leggerezza a diffondere e propagandare vere e proprie corbellerie.

E' questo il caso di un articolo pubblicato recentemente su Repubblica, in cui il "corrispondente" Federico Rampini scrive che il terzo mercoledì di ogni mese nove banchieri facenti parti di una non meglio identificata "élite", ma a tutti gli effetti una "vera e propria cupola", si riuniscono segretamente a Wall Street per amministrare i destini del mondo:

Di nuovo loro: i Padroni dell'Universo. Stessi nomi, stessi vizi, una storia che sembra condannata a ripetersi e col finale che rischia di essere già scritto: l'impunità. Stavolta è l'intero mondo dei titoli derivati - finanza "tossica" che ebbe un ruolo cruciale nella crisi del 2008 - l'oggetto delle loro congiure. Una vera e propria "cupola" di grandi banchieri esercita un potere esclusivo di controllo su questo mercato. Fuori da ogni trasparenza, e al riparo da ogni concorrenza. "Il terzo mercoledì di ogni mese - rivela il New York Times - nove
membri di una élite di Wall Street si riuniscono a Midtown Manhattan."...

La notizia, dunque, giunge dal New York Times. Altro giornale, altro giornalista che vede grandiose cospirazioni.
Ma le fonti di questa notizia dove sono?

I dettagli delle loro riunioni sono coperti dal segreto. Rappresentano Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan, Citigroup, Bank of America, Deutsche Bank,
Barclays, Ubs, Credit Suisse". Ufficialmente, i nove banchieri di questo potentissimo comitato d'affari hanno il compito di "salvaguardare la stabilità e
l'integrità" su un mercato che muove ogni giorno migliaia di miliardi di dollari. Di fatto, il club dei nove "protegge gli interessi delle grandi banche che ne fanno parte, perpetua il loro dominio, contrasta ogni sforzo per rendere trasparenti i prezzi e le commissioni". La denuncia raccolta dal New York Times viene dal massimo organo di vigilanza. La fonte più autorevole all'origine dell'inchiesta è Gary Gensler, capo della Commodity Futures Trading Commission.

Lo dice Gary Gasler.
Sì... ma c'è un documento, una prova, qualcosa che dimostri la fondatezza di questa storia?

Il Dipartimento di Giustizia ha aperto un'inchiesta "sulla possibilità di
pratiche anti-concorrenziali nel clearing e nel trading sui derivati". I sospetti di collusione e di un vero e proprio cartello non sono nuovi. Ma trovare le prove è difficile.

Un modo come un altro per dire che non ci sono prove, insomma...

Estrarre prove dal club dei Padroni dell'Universo è complicato, almeno se si seguono i metodi "normali".

E che facciamo, Rampini? Li torturiamo?

Di qui la grande attesa per le rivelazioni annunciate da WikiLeaks sulla Bank of America: chissà che non riesca Julian Assange dove la magistratura non arriva...

Siamo a posto allora... dobbiamo aspettare Wikileaks.

Intanto sta di fatto che secondo Rampini il New York Times avrebbe scritto che un certo Gary Gensler avrebbe detto... Già, che cosa avrebbe detto? Non si sa. Ci sarebbero questi Padroni dell'Universo, ma non si capisce se è una cosa detta da Gensler o dal New York Times o da Rampini.

Però ci sarebbe un'inchiesta. Non si sa chi l'ha aperta, su cosa esattamente sia stata aperta, cosa abbia scoperto: si sa solo - o meglio si dice - che c'è un'inchiesta.

Prove non ce ne sono. Ma c'è la speranza che faccia chiarezza sulla questione Wikileaks...

Non uno straccio di fonte, di link, di documento, niente di niente.
Illazione su illazione, Rampini ha messo su un articolo in perfetto stile "chiacchiere da barbiere"...
Povero giornalismo...

Ringraziamo Groove per la segnalazione.

Note: il lettore Alessandro F. ci ha segnalato il link all'articolo originale del NYT (link e backup link) e il lettore Gaetano P. ci ha segnalato un altro articolo come quello oggetto della Perla, su La Stampa (link e backup link). Ringraziamo entrambi.

giovedì 16 dicembre 2010

Basta ai Pokemon

Sia chiaro: non abbiamo una particolare simpatia per i Pokemon. Non li abbiamo mai capiti, non sappiamo esattamente cosa facciano e cosa rappresentino, per quanto ci riguarda sono solo personaggi di cartoni animati che evidentemente hanno avuto un grande successo commerciale.

Sta di fatto che divertono milioni di bambini in tutto il mondo, e da un bel po' di anni, e anche se preferiremmo qualcosa di più istruttivo e formativo, non è il caso di farne una tragedia.


Non tutti la pensano così, però, e tra i nemici irriducili dei Pokemom c'é il sito Eben-Ezer, che rappresenterebbe - a dire dei suoi responsabili - la Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale:

Siamo una Comunità Evangelica Pentecostale di circa 380 membri, una chiesa che con l'aiuto del Signore ha affrontato e sorpassato tanti ostacoli.

In realtà, tempo addietro ci trovavamo in un locale in affitto molto piccolo dove soffrivamo molto il caldo, siamo stati li 20 anni.

Poi che è successo? Li hanno liberati?
Sia come sia, questi comunitari evangelici pentecostali odiano i Pokemon.
Ecco cosa scrivono in una pagina dedicata a questi personaggi di fantasia:

Basta ai Pokemon
Il fenomeno del Cartone animato Pokemon sta creando moltissimi disagi nelle famiglie in cui i bambini lo guardano alla TV . Da una ricerca effettuata su Internet, sono risultate delle notizie decisamente allarmanti:
1 -il nome Pokemon, non è l'unione dei due termini Pocket e Monster ( che significa "Mostro Tascabile"), ma risulta essere l'unione dei due termini Pocket e "Demon (che significa "Demone Tascabile")
2 -da molti siti dedicati ai Pokemon, che si possono trovare sul web di Internet si accede direttamente a siti di occultismo, satanismo e magia nera;
3 L' obiettivo che i Pokemon si prefiggono è quello di corrompere l'innocenza del bambino, educandolo ed abituandolo gradualmente alla ribellione nei confronti dei genitori, alla violenza ed all’egoismo. L’idea che si nasconde dietro alla falsa apparenza innocente dei Pokemon è di mostrare al bambino che può diventare una potenza del mondo delle tenebre
4 -La meta del gioco è far collezionare al bambino tutte le carte da gioco Pokemon, Con la promessa che, quando avrà in suo possesso tutte le carte da gioco, egli potrà esaudire tutti ì suoi desideri
5 -Alcune carte da gioco Pokemon sono diventate rare, quasi introvabili: questo Costringe i bambini a far pressione sui genitori affinché li procurino; con ingente dispendio di tempo, dl energie e di denaro; .
6 -Nei cartoni animati e nei videogiochi Pokemon la violenza mostrata non è esplicita, la mente del bambino non viene volutamente focalizzata sul fatto che, anche solo per gioco, sta distruggendo milioni di vite umane, per il bambinI il gioco è mettere una sfera rossa (una, bomba) in una buca, e poi farla esplodere;
7 –questo gioco, apparentemente calmo e innocuo, abbraccia direttamente la magia nera, la stregoneria, l'occultismo, il reiki ,il channeling, la possessione demoniaca, il vampirismo.

Satanismo, magia nera, distruzione di milioni di vite umane, possessione demoniaca...???
Va bene che sono rimasti chiusi per vent'anni in 380 in una stanza piccola e senza climatizzatore, ma qui siamo alla paranoia pura.

Vedete, signori evangelici, i Pokemon sono una scempiaggine, sono cartoni animati, piacciono e si vendono bene ma il satanismo non c'entra un fico secco.

E' solo una questione commerciale, se non foste rimasti chiusi nella stanza per 20 anni lo avreste scoperto anche voi.

E poi, scusate... non vi siete accorti che proprio sulla Home Page del vostro sito scorrono banner pubblicitari di ogni genere?
Guardate questo:


C'è la pubblicità al software Guitar Hero con tanto di corna!
Sulla base dei vostri ragionamenti, sareste anche voi un sito di satanismo!!!

Ringraziamo Boffa per la segnalazione.

giovedì 9 dicembre 2010

Cose di Nicoletta Forcheri

Nicoletta Forcheri è una vecchia conoscenza di chi bazzica il mondo dei complottisti e infatti non è raro incontrarla su Luogocomune, irriducibile fan di Massimo Mazzucco, e in giro per il Web dove mantiene il blog Cosenostreacasanostra firmandosi come Ennedieffe (che ricorda l'effedieffe del conosciutissimo Maurizio Blondet).

Le argomentazioni della Forcheri sono sempre le solite: grande complotto mondiale, demolizioni controllate, tutta colpa della CIA e del Mossad, niente di nuovo, insomma.

E proprio sul blog Cosenostreacasanostra la Forcheri ha recentemente pubblicato una bellissima Perla.

Vediamo di che si tratta.

Nicoletta ha diligentemente tradotto un articolo pubblicato su un sito americano, Borowitz Report, secondo cui dopo la vicenda Wikileaks il governo statunitense avrebbe ordinato ai propri ambasciatori di non dire mai più la verità:

WASHINGTON (The Borowitz Report) – Come primo effetto principale delle rivelazioni fatte trapelare da Wikileaks, il Dipartimento di Stato ha ordinato a tutti i diplomatici statunitensi di "cessare e desistere dal dire la verità, fino a ulteriori istruzioni".

“Stiamo lavorando indefessamente per tentare di assicurarci che non si ripetano nel futuro fughe come queste" ha dichiarato il Segretario di Stato Hillary Clinton ai giornalisti. "Ma fino a quando non avremo tappato le fughe di notizie, è obbligatorio che tutti i nostri diplomatici indossino la maschera delle falsità".

Alla Forcheri, antiamericana per eccellenza, non è sembrato vero di poter mettere le mani su una notizia così appetitosa.
Presa dalla foga, ha tradotto indefessa tutto il resto del pezzo:

La Segretaria di stato Clinton ha osservato che essendo molti diplomatici americani grandi sponsorizzatori politici con lunghe carriere nel mondo della finanza alle spalle, "ciò non dovrebbe essere particolarmente difficile per loro.”

Ma per quei diplomatici di professione che provengono dai servizi esteri, il Dipartimento di Stato terrà una serie di "seminari su come evitare di dire la verità" impartiti dai quadri della Goldman Sachs.

Inoltre, La Segretaria di Stato Clinton ha dichiarato che il Dipartimento di Stato farà installare su tutti i pc di tutti i diplomatici un nuovo software chiamato ScudoCandore™, per tradurre automaticamente qualsiasi linguaggio veritiero in una versione meno imbarazzante e purificata da verità.

Ad esempio, ha spiegato, il software tradurrebbe l'espressione “canaglie ipocrite” in “alleati pakistani fidati” e cancellerebbe qualsiasi riferimento al presidente francese Nicolas Sarkozy come “Monsieur pantaloncini corti."

Per il resto, Interpol ha rilasciato una dichiarazione sulle ricerche del fondatore di Wikileaks, Julian Assange: “Quando troveremo Julian Assange lo assumeremo."

Ormai conosciamo bene i complottisti, sappiamo che si comportano come un toro davanti a un drappo rosso: non capiscono più nulla.
La differenza è che il toro perde il controllo quando vede il drappo rosso, mentre un complottista si comporta così sempre.
Tanto sono accecati dalla smania di svelare complotti e di far trionfare la rivoluzione sociale (qualunque cosa intendano con questo termine) che perdono del tutto obiettività, spirito critico, capacità logica e senso dell'humour.

Possibile che la Forcheri non si sia resa conto di quanto fossero inverosimili certe affermazioni contenute nell'articolo di Borowitz?

Tanto per cominciare, non è esattamente logico che il Governo americano, dopo aver dato una simile disposizione ai propri diplomatici, la renda pubblica: "abbiamo ordinato ai nostri ambasciatori di mentire".
E' una cosa idiota, giusto? La Forcheri l'ha bevuta.

Possibile che si terranno seminari gestiti dalla Sachs per insegnare ai diplomatici a mentire? La Forcheri ha trangugiato.

Possibile che i diplomatici utilizzeranno un software che sostituisce automaticamente le frasi vere con frasi false? Ha bevuto anche questa.

Non è da perfetti imbecilli pensare che l'Interpol abbia dichiarato di voler assumere Assange? La Forcheri l'ha mandata giù senza pensarci due volte.

Ha pure scritto un breve commento introduttivo:

Conseguenze della baraonda Wikileaks

Proprio non le è passato per la testa che forse l'articolo originale era un po' strano...

Infatti il Borowitz Report è un sito comico: si tratta di semplici battute inventate di sana piana per far ridere la gente.

Per carità, anche l'articolo della Forcheri fa proprio ridere: la differenza è che Borowitz fa ridere perché è un comico, la Forcheri fa ridere perché tenta di essere seria...

Con una Perla del genere Nicoletta Forcheri avrebbe avuto tutto il diritto di concorrere al Premio Perlone, purtroppo non ha fatto in tempo per l'edizione 2010 ma senz'altro si è guadagnata la candidatura al Perlone 2011.

Ringraziamo Giovanni G. per la segnalazione e appelliamo i nostri lettori affinché spediscano qualche confezione di Alka Seltzer alla Forcheri: con tutta la roba che beve ne ha certamente bisogno.

giovedì 2 dicembre 2010

Al via il Premio Perlone 2010

Anche quest'anno siamo arrivati a uno degli appuntamenti più attesi dai nostri lettori: l'elezione del Perlone 2010.

Il premio, giunto alla quarta edizione, sarà assegnato sulla base dei voti espressi attraverso il sondaggio predisposto su IMediaPoll, accessibile direttamente dalle nostre pagine Web (riquadro nella colonna a destra).

Nei mesi scorsi abbiamo ricevuto numerose e-mail di "nomination", e prima ancora abbiamo registrato un certo numero di commenti insoddisfatti per la selezione dei nominativi proposti nell'edizione 2009.

E' quindi opportuno sottolineare che la rosa dei candidati viene scelta principalmente sulla base del feedback espresso dai lettori, sia con le visite alle pagine su cui sono pubblicate le Perle, sia con le loro segnalazioni inviate per posta o attraverso i commenti pubblicati in giro per il Web.
Per alcuni candidati, la scelta prescinde da questo parametro. Così il vincitore della precedente edizione è candidato di diritto a quella nuova e i complottisti "storici" continueranno a essere riproposti fintanto che resteranno sulla cresta... delle Perle.

Tuttavia quest'anno abbiamo mantenuto liberi un paio di "slot". Se i lettori (un numero significativo di lettori) dovessero richiedere l'aggiunta di un altro candidato (purché sia stato protagonista di almeno una delle nostre Perle) provvederemo a integrare la lista in corso di votazioni.

E ora veniamo a presentare i nostri baldi candidati.


I primi tre sono ben noti: Giulietto Chiesa (a sinistra), Massimo Mazzucco (al centro) e Maurizio Blondet (a destra), figure "storiche" del complottismo italiano anche se nel corso del 2010 sono apparsi relativamente "spenti" rispetto agli anni precedenti. Mazzucco peraltro è anche il vincitore dell'edizione 2009 e 2007 (la prima edizione).

I libercoli e i filmetti complottisti di Chiesa e Mazzucco sono spazzatura più volte riciclata, mentre Blondet si è da tempo auto-esiliato trasformando il proprio blog in un sito a pagamento.
Ciò nonostante, sia Chiesa che Mazzucco sono ancora copiosamente segnalati, segno che godono sempre di molti estimatori.


Dal canto suo, Rosario Marcianò (alias Straker) continua a incarnare lo stereotipo dello sciachimista folle, probabilmente è il complottista più "acclamato", anche se abbiamo drasticamente ridotto le sue apparizioni sulle nostre Perle per lasciare spazio ai complottisti in erba.

In ogni caso Marcianò - vincitore dell'edizione 2008 - rientra di diritto nell'elenco dei candidati.


Eugenio Benetazzo è un signoraggista (lui si definisce "predicatore finanziario"), lo avevamo incontrato già nel 2008 e ne abbiamo riparlato quest'anno per commentare il suo "manifesto economico", una serie di proposte che sembrano uscite direttamente dal mondo dei Puffi piuttosto che da uno studioso di economia finanziaria.
Tra l'altro, essendosi il Benetazzo incavolato parecchio per le nostre Perle, abbiamo pensato di organizzare una colletta per mandargli un mazzo di rose e una confezione di cannuoli siciliani, per addolcirlo un po'.


Maruska DiStefano è la mitica studentessa laureata in economia con una tesi sul signoraggio che sembra scritta da una capra balbuziente.

Abbiamo ricevuto un numero piuttosto cospicuo di e-mail che richiedevano a gran voce la sua candidatura.


Di Franco Cardini abbiamo parlato veramente poco nelle nostre Perle, è uno storico molto impegnato a sostenere le teorie complottiste sull'11 settembre (e non solo quelle...), di lui ci sarebbe davvero tanto da dire... e ci auguriamo di farlo al più presto.

Nel frattempo lo candidiamo con piacere, anche in considerazione della gran quantità di segnalazioni pervenute.


Piero Montesacro è lo pseudonimo di un amministratore di Wikipedia che i nostri lettori conoscono molto bene e che incarna letteralmente il volto peggiore dell'enciclopedia libera e della sua incapacità di espellere le scorie nocive.

La sua presenza tra i candidati è rappresentativa: simboleggia un gruppetto piuttosto nutrito di wikipediani (amministratori e non) che agiscono in sintonia sostenendosi reciprocamente e condizionando lo stato di numerose voci enciclopediche, l'esito delle votazioni, le modifiche dei regolamenti. Per effetto di questa situazione, Wikipedia italiana è diventata qualcosa di molto diverso dall'enciclopedia libera e aperta immaginata dai suoi creatori.


Paolo Fienga è il responsabile di Lunexit, uno di quei siti che vedono UFO e alieni dietro ogni angolo.
La Perla di cui si è reso protagonista il sito nel 2010 gli ha fatto guadagnare di diritto la candidatura che è rappresentativa per l'intero staff di Lunexit e per tutti i suoi più assidui frequentatori.


Roberto Morini è un fisico nucleare con la passione della filosofia e il pallino del complottismo. E' convinto che la Terra è fissa...
Impossibile non candidarlo!



Adesso tocca a voi.

Chi si aggiudicherà l'ambitissimo Perlone 2010?