venerdì 20 gennaio 2012

Chi ha affondato la Concordia?

Chi l'ha affondata? Nessuno l'ha affondata!
Gente, stiamo scherzando?
La Costa Concordia è finita sugli scogli, ha imbarcato acqua da una falla, è stata portata a incagliarsi contro il fondale dell'Isola Del Giglio e non è nemmeno affondata nel senso stretto del termine.
Possibile che anche su una cosa così evidente possano spuntare fuori i soliti idioti a sostenere che c'è stato un complotto?

Possibile, direte voi, che ormai conoscete i complottisti perfino meglio di noi.

E avete ragione. Facciamo una rapida rassegna di imbecillità segnalate da numerosi lettori di Perle.

La prima nella lista è quella di Massimo Mazzucco, sì proprio quello che sostiene che gli americani si sono autodemoliti le Twin Tower con l'esplosivo per decongestionare il traffico di New York e che il cancro si può curare con un panino alla cartilagine di squalo e un beverone di bicarbonato.
Ecco i link al suo articolo sulla tragedia della Concordia: articolo, shot, backup.

Ebbene, per una volta tanto Mazzucco sembra prendere le distanze dalle teorie del complotto.
Infatti alla fine del suo articolo scrive:

Si potrebbe andare avanti, ma la marea di stupidaggini che circolano in rete in queste ore è tale che sarebbe come pescare nella tonnara: dovunque lanci prendi qualcosa.

Bravo. Ma mica le stupidaggini che scrive lui su altri argomenti sono da meno.
E però... anche in questo caso Mazzucco non si è lasciato sfuggire l'occasione per sparare un'insinuazione complottista:

Attenzione però, perchè è proprio questa marea di stupidaggini che permette di coprire verità ben più profonde ed inquietanti, negandole grazie alla loro palese stupidità. Esiste sicuramente una “kabala” di poteri occulti – anzi, probabilmente più di una – che agiscono per influenzare il futuro del mondo secondo una loro agenda precisa, e sicuramente questi personaggi usano simboli e codici particolari per mandarsi messaggi a vicenda, ma pensare che questi codici – e soprattutto il loro reale significato – siano decifrabili da chiunque in modo così facile, univoco e rudimentale significa negare loro l’intelligenza stessa che sarebbe necessaria per tenere in piedi questa grande messinscena in primo luogo.

Cerchiamo di non cadere nel tranello del “tanto è tutto programmato”, perchè è proprio nel suo assolutismo indifferenziato che noi perdiamo la facoltà di ragionare, di distinguere e di valutare, e quindi perdiamo l'unica possibilità che abbiamo per arrivare davvero a capire chi e che cosa si nascondano dietro alle quinte del potere.

Insomma... Mazzucco dice che la kabala dei poteri occulti esiste, ma non si può decifrare con tanta facilità. Le stupidaggini sulla Concordia, quindi, servirebbero a confondere le acque.

Mazzucco... quelli che scrivono stupidaggini sulla tragedia della Concordia sono esattamente uguali a quelli che - proprio come te - scrivono stupidaggini sull'11 settembre, sugli UFO e sulla cartilagine di squalo. Fattene una ragione: non sono depistatori, sono colleghi tuoi.

Poi c'è quest'altro (link, backup) che avanza l'ipotesi che si sia trattato di un attacco terroristico. L'articolo è una specie di incubo: non si capisce bene se sono stati gli americani, gli iraniani, gli israeliani o i russi.
L'autore della Perla si firma Pitocco e avrebbe ripreso un articolo scritto da una fonte inglese:

...il Capitano potrebbe dichiarare cose che alcuni non vorrebbero che si sapesse e la soluzione di metterlo in gattabuia è quella migliore per evitare illazioni che potrebbero distogliere l’attenzione su quanto pare ormai invece definito: è passato troppo vicino alle coste del Giglio sottovalutando il pericolo di una manovra incosciente di questo genere. Altra cosa che appare molto singolare è la mancata ripresa da vicino dello squarcio della nave e, in quelle poche immagini visibili, le riprese effettuate sono solo per pochi secondi, così come è singolare che lo squarcio evidente sia sul lato della nave verso il mare aperto. E’ probabile che gli scogli abbiano aperto ambedue i lati della chiglia lasciando entrare l’acqua e in prossimità dei bassi fondali si sia adagiata sul lato destro anche a causa dell’abbrivio della nave stessa.

Qualche minuto prima che avvenisse l’incidente, dal comando russo della Flottiglia del Nord di stanza presso le coste siriane, la nave antisommergibile Admiral Chobanenko che aveva precedentemente abbandonate le acque della Siria per entrare nel mediterraneo, aveva intercettato la firma inconfondibile di uno lancio di un siluro della classe Kilo.

Ohibò. La prima domanda da farsi è: chi è così ben informato da sapere che i russi hanno intercettato la firma del lancio di un siluro della classe Kilo... e nello stesso tempo così ignorante da non sapere che i Kilo sono sottomarini, non siluri.

Speriamo non lo leggano Chiesa e Mazzucco: comincerebbero a sostenere che il buco è troppo piccolo o troppo grande rispetto allo scoglio...

Poi c'è il sito Alieni UFO e Misteri che parla di avvistamenti UFO sopra il relitto della Concordia:


Saranno stati gli alieni a provocare la falla? Forse erano stati in crociera e non gli è piaciuto il servizio di bordo. Avranno voluto vendicarsi...

E infine c'è il blog L'Alternativa (un nome azzeccato: dimostra il grado di idiozia raggiungibile quando al posto del cervello c'è qualcosa di alternativo, ad esempio spazzatura):

Affonda il Costa Concordia: coincidenze inquietanti.
Il Titanic è affondato la notte tra il 14 e il 15 aprile 1912. La nave da crociera Costa Concordia è (semi) affondata la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012, esattamente 99 anni e 9 mesi dopo. Coincidenza: "999", se capovolto diventa "666", numero della bestia tanto caro ai mondialisti luciferini che aspirano ad un Nuovo Ordine Mondiale (ordine che secondo loro si potrà compiere solo dopo l'innesco di un caos globale).
Il 13 gennaio era venerdì. "Venerdì 13" è una data considerata sfortunata da secoli perché venerdì 13 ottobre 1307 furono arrestati tutti i cavalieri Templari. Coincidenza: i templari sono stati i primi banchieri anti-cristiani e satanisti (loro usanza era sputare sulla croce).
Il nome Concordia fa riferimento all'unità e alla pace fra le nazioni europee. I suoi tredici ponti hanno i nomi di altrettanti stati europei (Olanda, Svezia, Belgio, Grecia, Italia, Gran Bretagna, Irlanda, Portogallo, Francia, Germania, Spagna, Austria e Polonia). Coincidenza: proprio il 13 gennaio 2012 Standard & Poor's ha tagliato il rating a mezza Europa, "affondando" i titoli di Stato di molti paesi Ue.
La Concordia affonda dopo essersi incagliata davanti all'isola del Giglio. Coincidenza: il Giglio è uno dei simboli più noti utilizzati dall'ordine massonico dei Rosa Croce per rivendicare le proprie azioni.
Oggi 14/01/2012 Mario Monti (membro di ordini mondialisti come il Bilderberg, la Trilaterale, l'Aspen) ha regalato a Papa Benedetto XVI (l'ultimo dei papi cooptati dalla massoneria) un facsimile degli "Atlanti nautici" del 1500 di Francesco Ghisolfo. L'antico codice contiene carte nautiche con le rotte oceaniche verso il Nuovo Mondo. Il libro, ha detto il Papa con un sorriso, ha un valore "simbolico".
Speriamo che queste siano tutte coincidenze e non il codice con cui i mondialisti seguono le rotte verso il Nuovo Ordine Mondiale.

Non sono coincidenze. Sono un mare di corbellerie.
Il giglio è un simbolo massonico? Ma perché, c'è qualcosa che non sia un simbolo massonico?
Non esiste cosa, vegetale o animale o minerale, concreta o astratta, alfabetica o numerica, che secondo i complottisti non sia legata in qualche modo alla massoneria. Tutto è un simbolo massonico per loro, dagli assorbenti per neonati alle patate con rosmarino.

Tra il Titanic e la Concordia passano 99 anni e 9 mesi, 999. Beh? Ah ma lo capovolgiamo... e perché dovremmo capovolgerlo? Per far uscire 666, il numero dell'anticristo...
Ma che ragionamento è?
A questo punto, tra le due date ci passano 36433 giorni... prendiamo questo numero, lo capovolgiamo, lo leggiamo da destra a sinistra, poi lo ruotiamo di 270 gradi e lo convertiamo prima in codice ASCII e poi in cinese antico... ed esce la ricetta del polpettone alla scamorza.

Ma per piacere...

Ringraziamo per le segnalazioni: Simone B., Vincenzo, Pleg, Paolo P., Alessandro P., Valeria82, Miky, Prandob, Firenze88 (ci scusiamo se ne abbiamo saltato qualcuno).

giovedì 5 gennaio 2012

Premio Perlone 2011: il vincitore!

La votazione per il Premio Perlone 2011 si è trasformata in uno scontro fra titani, con Giulietto Chiesa (giornalista complottista) e Vito/Vituzzu (amministratore di Wikipedia e protettore di vari wikipediani complottisti) che si sono spartiti un buon 80% dei voti espressi dai nostri lettori.

Non sono mancati i tentativi di indirizzare l'esito della votazione verso l'uno o l'altro dei contendenti: abbiamo rilevato centinaia di voti multipli che hanno richiesto un certo lavoro di filtraggio per ottenere il risultato effettivo.

Alla fine, il Premio Perlone 2011 è stato assegnato a Giulietto Chiesa, che ha raccolto il 44% dei voti validi, mentre Vito/Vituzzu si è piazzato a un dignitoso secondo posto con il 36% di voti validi.
Il resto dei voti è andato distribuito agli altri candidati con percentuali davvero risibili (la terza posizione è di Massimo Mazzucco, con un modesto 6% di voti).
A seguire, Franceschetti con il 4%, Riccardo Pizzirani (Sertes) e Gianluca Freda con un 3% a testa (quest'ultimo in leggero vantaggio numerico), Daniele Gullà con un 2% e parimerito Corrado Malanga e Franco Cardini con un 1%.

Evidentemente le numerose e simpatiche Perle di Giulietto Chiesa gli hanno finalmente tributato una vittoria lungamente inseguita mentre i numerosi voti raccolti da Vituzzu testimoniano l'attenzione con cui vengono seguite le vicende di Wikipedia (di cui ci occupiamo attraverso Wikiperle).

Non ci resta che fare le nostre più vive congratulazioni al vincitore Giulietto Chiesa, sicuri che il premio gli darà nuovi stimoli per continuare a regalarci indimenticabili Perle!!!





La notifica del premio è stata eseguita sul blog di Giulietto Chiesa (link - backup link).