giovedì 12 giugno 2008

Wikiperla: gli antefatti all'11 settembre


Passiamo a esaminare un'altra Wikiperla, quella della pagina Antefatti agli attentati dell'11 settembre 2001 (pagina come si presenta al momento della stesura della Wikiperla; pagina corrente).

L'apertura è già tutta un programma:

"A margine degli eventi dell'11 settembre 2001 e delle problematiche relative all'informazione ad essi relativa, non bisogna dimenticare che quegli attacchi terroristici non furono i primi sul territorio americano, e che un forte apparato investigativo è sempre in opera in ogni paese per prevenire possibili aggressioni di ogni natura. Questo, naturalmente, in misura ancor maggiore in un paese avanzato come gli USA.

Si cerca qui di analizzare il contesto investigativo antiterroristico statunitense e altre problematiche di carattere politico più generale utili alla comprensione dei fatti."

Queste frasi sarebbero un dato enciclopedico? A noi pare piuttosto una considerazione personale, a prescindere da quanto possa essere ritenuta ragionevole.

Singolare poi quel "non bisogna dimenticare". Wikipedia adesso dà consigli ai wikilettori? Ci dice quello che bisogna o non bisogna fare?

Tra l'altro, cosa significa che la prevenzione è "in misura ancor maggiore in un paese avanzato come gli USA" ? Chi ha scritto una simile corbelleria ha considerato che l'ampiezza del terrirorio e il numero di abitanti da tenere sotto controllo non giocano certo a favore del "forte apparato investigativo"?

"Si cerca qui di analizzare..." Uhm, che roba è? E' una pagina enciclopedica o un blog? Una ricerca a casa? O un convegno?

"Utili alla comprensione dei fatti..." Come no... dipende da come si vogliono far comprendere i fatti...

Procediamo nella lettura della prima sezione dove spicca il titolo: Rapporti tra Bush e la famiglia Bin Laden.

Eccolo qua. Chissà perché non ci meraviglia.

L'articolo riguarda - dice - gli antefatti all'11 settembre.

Qualcuno si aspetta di trovare qualcosa sulla nascita della questione palestinese?
No, no... che c'entra...

Magari la storia di Al-Qaeda e dei suoi proclami contro gli USA? Ma no, cosa dite mai...

L'attacco al WTC del 1993? Nemmeno per sogno!

Si parla invece dei rapporti tra la famiglia Bin Laden e Bush!

Perché, dovete sapere, i Bin Laden sono qualcosa come 500 parenti (solo i fratelli di Osama sono oltre 50), ma soffrono di una qualche turba psichica.

Questi signori non parlano con nessuno, non hanno rapporti con nessuno, non fanno affari con nessuno, tranne che con Bush naturalmente.

Vivono in camera da letto di Bush, fanno colazione, pranzo e cena con Bush, vanno al cinema con Bush e in vacanza con Bush.

Infatti se prendete una qualsiasi fotografia di Bush, li vedete tutti e 500 dietro di lui, sempre, tutti con la tunica bianca, gli occhiali neri... chi ha in mano la lattina di petrolio, chi le mazzette di banconote, chi i candelotti di dinamite, chi la cassa di birre...

Come dite? Non li vedete?
Eppure da qualche parte devono esserci, magari nel cofano della macchina presidenziale... perché ci hanno tagliuzzato l'anima con questa storia dei rapporti tra Bush e i Bin Laden, i Bin Laden e Bush...

Difatti c'è scritto pure su Wikipedia, che diamine.
Leggiamo...

"Il padre di Osama, lo sceicco Muhammad bin Laden, fu il fondatore di una potentissima dinastia di costruttori, operante con enorme successo nel regno saudita, nell'emirato del Golfo di Ras al Khaimah e in Giordania, per grandi progetti di strade, aeroporti e varie infrastrutture. Il figlio Osama acquisì, negli anni Settanta, l'eredità paterna, potenziando con grande abilità le fortune imprenditoriali dell'azienda."

Accidenti. Come avrà fatto Osama a prendersi l'eredità del padre? E gli altri 50 fratelli? Li avrà eliminati tutti? Peccato che non ci sia una fonte per questa affermazione, sarebbe il primo caso di frati-stragicidio della storia!
Ah già... si dimenticava... su Wikipedia non servono le fonti!

"Negli anni Ottanta Osama abbandonò l'attività manageriale per immergersi nella lotta politica anti-comunista in Afghanistan "con la piena approvazione della famiglia, del regime saudita e della CIA"[1].

Doppio e triplo accidenti. Quindi Osama lottava contro i comunisti? E noi che eravamo convinti che lottasse contro i sovietici. Quindi se l'Afghanistan fosse stato occupato dai fascisti, Osama sarebbe stato contento. Interessante.

Meno male che qui c'è la fonte: è la pubblicità di un libro. Che volete di più da un'Enciclopedia?

Noi, per esempio, possiamo dire che la Luna è fatta di cartone. Se ci chiedete la fonte, esibiamo la copertina di un libro di astronomia e siamo a posto.

"Fu proprio grazie ad un contratto con la CIA che Osama e la sua famiglia costruirono le celebri “caverne” rifugio dell'Afghanistan in cui sembra che poi egli si sia nascosto durante la guerra del 2001."

Straordinaria affermazione.
Questa sì che è un'enciclopedia da cui si imparano un sacco di cose inimmaginabili.
Un vero scoop. C'è scritto solo qui, infatti.

Quindi Osama e tutti i suoi 500 familiari si nascondevano nelle caverne afghane che gli aveva appaltato la CIA!

Ehi... ma si sono scordati Bush! Lo hanno lasciato da solo, poverino...

Che razza di furbacchioni: pensate, i Bin Laden sono costruttori, si costruiscono il rifugio in Afghanistan per sé stessi, ma il contratto lo fanno fare alla CIA così vengono pure pagati.
Chi l'avrebbe mai detto?

La logica non fa una grinza, vediamo: Bush e i Bin Laden erano grandi amici, stavano sempre insieme. Poi a un certo punto, non si capisce perché, i Bin Laden vanno a nascondersi nelle grotte, che costruiscono facendosele pagare dalla CIA. Bush si sente offeso, giustamente: "Ma come, fino a ieri eravamo qui a giocare tutti insieme a briscola, e adesso vi nascondete nelle grotte che io vi ho pagato? E allora vi invado, tiè...".

Meno male che c'è Wikipedia ad illuminarci con questi retroscena.


Come dite? La fonte? Non vi basta la copertina del libro di prima? Insomma, non siete mai soddisfatti...

Un attimo. La fonte c'è subito dopo:

"L'ex capo dell'ufficio visti americano di Jedda, Michael Springmann, ha poi spiegato fino a che punto gli Stati Uniti appoggiavano questa linea di condotta [2]:
"In Arabia Saudita mi venne ripetutamente ordinato da funzionari di alto livello del Dipartimento di Stato di rilasciare visti a richiedenti non idonei (…)"

Chiaro no? Siccome il tale Springmann dice di aver rilasciato visti a "non idonei", ecco documentato che la CIA pagò le caverne di Bin Laden e famiglia in Afghanistan.

Come dite? Che c'entrano i visti con le caverne appaltate dalla CIA e con i rapporti tra Bush e Bin Laden? Oh, ma quante storie! Questa è Wikipedia Italia, perbacco! Già è tanto che perda tempo a indicarvi delle fonti, e le volete pure attinenti?

Che vi frega, poi? Se è per questo, Springmann lavorò ai visti tra il 1987 e il 1989, ossia oltre 10 anni prima che Al-Qaeda mandasse i dirottatori in USA, ma non vorrete mica fare questioni di lana caprina?

Se Wikipedia dice che questa è la fonte e la prova, è così. Zitti.

Non è nemmeno il caso di continuare nell'analisi di questa pagina di Wikipedia, zeppa di informazioni del tutto decontestualizzate, menzognere, smaccatamente complottiste.

Basti pensare alle immancabili citazioni del complottista Ray Griffin che - in quanto professore di teologia - è certamente un esperto di spionaggio:

"In particolare, David Ray Griffin cita i seguenti casi di interferenza politica nelle attività dell'intelligence federale americana:
[segue l'elenco di casi che con la famiglia BIn Laden non c'entrano nulla]

E che dire di quest'altra Perla:

"Nel 1994, inoltre vi sono stati tre diversi tentati attacchi terroristici contro edifici, attraverso l'uso di aerei dirottati: un DC-10 su Memphis, Tennessee; un jet contro la Casa Bianca, successivamente schiantatosi contro gli alberi del parco; un volo della Air France dirottato ad Algeri."

L'episodio del DC-10 non fu un attacco terroristico, ma il gesto folle di un impiegato della Fedex che voleva vendicarsi per il suo licenziamento.

Invece, il "Jet" contro la Casa Bianca a cui alludono gli autori della Perla è questo:

Si trattava di un piccolo monomotore a elica, un banale Cessna 150, pilotato da uno squilibrato.

Non fu né un dirottamento né un atto di terrorismo... e non si trattava neppure di un Jet!

Ma sì, che differenza farà mai? Se l'utente medio ne capisce meno di nulla della differenza che passa fra un Jet e un Cessna 150, non si può certo pretendere che lo sappiano quelli che scrivono le voci (alcune in particolare, soprattutto), eh!
Che razza di pretese sono mai queste!

Anche se questa voce di Wikipedia è completamente infarcita di idiozie di ogni genere, in ogni sua parte - compresi i richiami all'Operazione Bojinka (i cui contenuti sono riportati in modo del tutto errato e fazioso), all'Insider Trading (che è stato dimostrato del tutto inesistente), al presunto blocco di indagini su familiari dei Bin Laden (che risale al 1996 e nulla c'entra con l'11 settembre), ai fiabeschi riferimenti a Echelon - al punto che dovremmo scrivere ancora fiumi di parole per analizzarle tutte, bisogna apprezzare la buona volontà: quella del complottista di turno.

Da parte nostra, non avendo il buon tempo che dimostrano avere i complottisti, riteniamo di aver mostrato, anzi dimostrato ai nostri lettori più che abbastanza, e il verdetto è uno solo: la pagina è da buttare nell'immondizia, visto che così com'è soddisfa l'unico scopo di fare disinformazione, in maniera piuttosto goffa e maldestra.

E hanno poco da gongolarsi certi utenti di Wikipedia a dire che la presenza di avvisi ("la pagina non è neutrale"... "la pagina non cita fonti...") sia una garanzia sufficiente, come abbiamo letto nelle recenti discussioni dopo le nostre prime Wikiperle: qua non c'è nemmeno un avviso e non osiamo immaginare quanti lettori di questa pagina hanno maturato idee del tutto errate a causa dei suoi travisanti contenuti.

Per non parlare del fatto che pagine come questa finiscono diritte persino nei DVD con cui Wikipedia viene diffusa al pubblico.

Questo tipo di danno non ha prezzo né scusanti, ed è esattamente quello che vuole chi usa Wikipedia per i propri fini (nascondendosi dietro alla favola dell'impegno neutrale e libero).

La pagina in oggetto fu creata nel 2006 dall'utente RiccardoV e l'utente Sannita, oggi amministratore di Wikipedia, inserì un avviso che il testo era "in fase di controllo" (pagina del maggio 2006).
Esattamente come aveva fatto nella pagina sull'attacco al Pentagono.

Dato che non c'è più alcun avviso, dobbiamo arguirne che la pagina oggi è ritenuta soddisfacente...

Controllo di qualità superato, dunque: la pagina rispetta gli standard di Wikipedia Italia!



Si ringraziano per le segnalazioni Luca74, Agostino, Francesca L., Francesca S..

NB: Il numero di 500 parenti di Osama è solo indicativo.