giovedì 9 aprile 2009

Wikipedia: Piero Montesacro (2a parte)

Seconda parte della nostra "indagine" su Piero Montesacro, l'amministratore di Wikipedia che ha avuto un ruolo fondamentale nel tenere aperta la porta alle teorie complottiste nelle voci sugli attentati dell'11 settembre, prima che giungessimo noi a rompere le uova nel paniere.

Ricordiamo che nella prima parte abbiamo puntato i riflettori sul ruolo di Montesacro nel curare le voci Corsica e Storia della Corsica, infarcendole di propaganda a favore del terrorismo indipendentista corso (l'FLNC, strettamente imparentato con il terrorismo algerino). In seguito al nostro articolo, le due voci sono state "rivisitate" e una di esse è stata rimossa dalla vetrina dove faceva bella mostra di sé.

Nella circostanza abbiamo constatato che in difesa delle voci e di Montesacro sono intervenuti vari utenti e amministratori, in particolare: Vito "Vituzzu"; Pigr8 "Pigrotto"; Erinaceus; Gregorovius e Castagna, ovvero una parte dell'allegra combriccola che copre le spalle di Montesacro e che ha tentato di ostacolare la revisione delle voci giungendo ad attaccare gli utenti che votavano contro di esse e a proporre nuove procedure di voto intese a blindare il proprio orticello.

Terrorismo e indipendentismo corso.
Per Piero Montesacro è più di una semplice opinione a favore.
Pensate che ha cercato di impedire che nelle voci di Wiki dedicate a paesi e città della Corsica, fosse inserita la precisazione che si tratta di comuni francesi.

Leggete cosa scriveva all'utente GAC (grassetti nostri):

Ciao, sono nuovo di qui e sto attualmente provvedendo, soprattutto, ad ampliare la voce "Corsica". Ho notato che qualcuno ha provveduto a inserire parecchie voci in proposito, compreso l'elenco di tutti (credo) i comuni. In tutti le voci si fa continuamente riferimento alla Francia, il che è formalmente e politicamente corretto, ma sinceramente non lo è altrettanto agli occhi di chi conosce la Corsica appena oltre i cancelli di discoteche e villaggi turistici... La maggioranza dei Corsi corsofoni ci rimarrebbe un po' male (diversi ne sarebbero oltraggiati) nel leggere continuamente, come risulta dalle pagine esistenti, che il loro paesello natale è un "comune francese", piuttosto che un comune Corso. Le indicazioni contenute nella tabellina che accompagna ogni voce, con tanto di tricolore e indicazione "Stato: Francia", sono - secondo me - più che sufficienti (e comunque bastevoli a dare il mal di stomaco al 25-30% dei Corsi che votano per i partiti indipendentisti). Del resto, alla voce "Barcellona" non si legge (fortunatamente!) che "Barcellona è una città Spagnola". A proposito della sostanza e dei sentimenti ben più che regionali della Corsica, (ed avendo tempo e voglia, se ne hai) puoi leggere quanto ho già scritto sulla Storia della Corsica alla voce "Corsica" (da ampliare!). Quanto ai comuni, mi sono permesso di correggere la voce relativa a "Corte". Personalmente suggerirei di usare un bot (mi pare si dica così) per adeguare tutte le altre voci similari, dalle quali eliminerei anche il "francese" in "dipartimento francese", se non altro è ridondante.

Grazie dell'attenzione e saluti.

Riflettete un attimo.
Montesacro sapeva - lo dice - che è politicamente e formalmente corretto indicare che un comune della Corsica è un comune francese (e ci mancherebbe altro: la Corsica è territorio della Francia).
Ciò nonostante, pretendeva che Wikipedia rinunciasse a una indicazione politicamente e formalmente corretta, per ossequiare il proprio POV e quello dei corsi indipendentisti.

E non ha esitato a mentire: la voce Barcellona, in quel momento, diceva chiaramente: "è la capitale della Catalogna, una regione autonoma del nord-est della Spagna... Barcellona è la seconda città di Spagna per numero di abitanti".

Ma quello di Montesacro è più di un POV.

E' una specie di pensiero paranoico, il suo (o meglio: lo sarebbe, se non ci fosse dietro qualcos'altro).

Osservate quest'altra modifica nella voce dell'OVRA (una specie di polizia segreta fascista): Montesacro inserisce una precisazione per indicare che l'OVRA operò anche in Corsica.
Ma sant'Iddio, l'OVRA operò ovunque ci fossero territori controllati dal regime fascista, che senso ha fare questa pedante precisazione, peraltro senza fonti?
Sembra che esista solo la Corsica, per Montesacro. Non la Corsica francese, sia chiaro: quella indipendentista.

Correva l'11 gennaio del 2006.
Quello stesso giorno, Piero Montesacro metteva le mani, per la prima volta, sulle voci dedicate all'attentato dell'11 settembre 2001, con un commento in relazione al numero delle vittime, seguito da alcune modifiche e integrazioni. Una visita curiosa, la sua, visto che in quel periodo, come si evince dal log dei contributi, Montesacro era tutto preso dalle voci sulla Corsica e argomenti connessi, con centinaia di contributi senza soluzione di continuità.

Dieci giorni più tardi, il 21 gennaio 2006, alle ore 13:51 la voce Attentati dell'11 settembre 2001 veniva modificata da un utente complottista (Paskal007r), e immediatamente (ore 14:10) vi interveniva nuovamente Montesacro: non c'è dubbio, a questo punto, che il nostro campione stesse monitorando la voce.

Corsica e Attentati dell'11 settembre: questi, a quanto pare, gli argomenti che catalizzavano l'attenzione di Montesacro in quel periodo. Che hanno in comune?

L'intervento di Paskal007r, abbiamo detto (e lo potete verificare dal link sopra), era tutto di propaganda delle tesi complottiste, tanto che il beota proclamava con orgoglio:

"...ora la "versione ufficiale" non è presentata come un fatto ma come una falsa opinione del governo".

Piero Montesacro si guardò bene dell'annullarlo: lo corresse quel tanto che bastava per renderlo meno aggressivo e assicurargli maggiori possibilità di sopravvivenza.
E non siamo noi a dirlo, ma lui stesso:

"Appena attenuate le modifiche di chi mi ha preceduto, allo scopo di evitare nuove ed immediate contestazioni della voce."

"Appena attenuate", capite?
E così, grazie all'imbecille complottista e al prezioso assist di Montesacro (che fece ben più che attenuare: ci aggiunse un bel po' di suo), la voce recitava (in grassetto le espressioni complottiste, in rosso l'aggiunta tutta di Montesacro):

"Gli attacchi dell'11 settembre 2001 furono, secondo la versione ufficiale del governo statunitense (contestata da più parti, innanzitutto in America), una serie di attacchi suicidi terroristici sarebbero stati coordinati contro gli Stati Uniti d'America avvenuti l'11 settembre 2001. Il gruppo terroristico denominato al Qaeda viene considerato, sempre secondo tale versione, il mandante dei dirottatori che avrebbero fatto precipitare gli aerei sul World Trade Center di New York, sul Pentagono e che avrebbe preso il controllo di quello precipitato su Shanksville, in Pennsylvania.
...
Gli obiettivi primari degli attacchi dell'11 settembre furono bersagli civili e finanziari con alto valore simbolico, e - secondo le versioni ufficiali - non vennero usati mezzi militari convenzionali per portarli a termine. Gli attentati coinvolsero il dirottamento di quattro aerei di linea. I 24.000 galloni (circa 91.000 litri) di carburante presenti nei serbatoi degli aerei, li avrebbero trasformati in missili incendiari. Due di questi sarebbero stati fatti collidere contro le due Torri Gemelle del World Trade Center a New York, e il terzo sul Pentagono, la sede del Ministero della Difesa americano, ad Arlington (Virginia). In particolare per quanto riguarda l'attentato contro il Pentagono, non è mai stato motrato dalle autorità un filmato o materiale fotografico che provi in modo indiscutibile che sul Pentagono si sia abbattuto effettivamente il volo di linea indicato e diversi saggi sono stati dedicati da parte di ricercatori internazioni per evidenziare le incongruenze sollevate dalla lettura della versione ufficiale dei fatti; altri dubbi sono stati avanzati riguardo la dinamica esatta che avrebbe condotto al crollo delle due Torri Gemelle.
[...]
L'ultimo aereo sarebbe precipitato in un campo della Pennsylvania, presso la città di Shanksville. Si suppone, secondo le indagini ufficiali, che i dirottatori volessero farlo cadere sul Campidoglio o sulla Casa bianca. Le registrazioni della scatola nera sembrerebbero aver messo in luce il tentativo di rivolta dei passeggeri. Sullo schianto esistono a tutt'oggi alcuni dubbi, le varie versioni parlano di un abbattimento volontario da parte di aerei militari (per evitare ulteriori schianti), o di una rivolta dei passeggeri, o della decisione degli attentatori di abortire anzitempo la loro missione dopo aver considerato la difficoltà di mantenere l'ordine a bordo."

Capito il furbone? "Appena attenuate", aveva scritto.

Il trucchetto non ingannò l'utente Duroy, che corresse la voce eliminando le espressioni complottiste ed inserì un commento che qualsiasi normodotato avrebbe fatto:

"Che gli attacchi dell'11 settembre si siano verificati è indubbio, non è "una versione ufficiale del governo statunitense".

Ma nuovamente intervenne Piero Montesacro a ripristinare le affermazioni complottiste (potete verificare osservando le modifiche in rosso seguendo questo link) con tanto di commento:

"Mi sono visto costretto ad effettuare qualche minuto fa un ''rollback casareccio'' a seguito delle pesanti modifiche dell'utente ''semianonimo'' Duroy (alla lettera: ''del re'', sic!) il quale ha ampiamente modificato l'articolo senza ritenere d'essere obbligato a fornire altrettanto ampie spiegazioni del suo intervento in discussione. E dire che, come sopra, io sono stato criticato per il mio precedente intervento attenuativo."

Iniziò così quella funzione di "cane da guardia" delle teorie complottiste sull'11 settembre su Wiki, che Piero Montesacro avrebbe suggellato nei mesi successivi.

Da un lato, Montesacro scriveva la sua propaganda a favore del terrorismo indipendentista sulle voci della Corsica, dall'altro proteggeva le teorie complottiste che negavano la responsabilità dei terroristi di al-Qaeda negli attentati dell'11 settembre.

Tenuto conto che la "carriera" di Montesacro su Wiki era cominciata appena quindici giorni prima, è sconcertante constatare come sia riuscito a imporre i suoi insensati punti di vista senza lesinare provocazioni e attacchi ad altri utenti: si notino le battute fatte a Duroy, sia sul significato del nick che sul suo anonimato che è comune a quasi tutti i wikipediani, compreso lo stesso Piero Montesacro (sembra un nome ma è anch'esso solo un nick).

Ma tant'è: c'è riuscito, grazie all'indifferenza di molti wikipediani, all'appoggio di altri (la combriccola dei cumpari e cumparielli di cui abbiamo parlato in questa e in altre Wikiperle), alla colpevole e ostinata ingenuità di chi presume la "buona fede" persino in presenza di gran volponi (il wikipediano Ignlig è convinto che ciò che mostriamo siano solo coincidenze...) e alla codardia di chi ha preferito chiudere gli occhi per poter continuare a curare indisturbato il proprio orticello su Wiki.

A noi questi furboni e relativi santi protettori non piacciono: per questo non usiamo e non useremo mezzi termini nei loro confronti.

La seconda parte su Montesacro termina qui, riprenderemo il discorso nelle prossime "puntate".